Utente 156XXX
Buona sera. A mio padre il 7 maggio è stato diagnosticato una sindrome mielodisplastica con displasia trilineare AREB-1. IPSS da definire in base alla citogenetica. Hanno eseguito prima della dimissione dall'ospedale una biopsia al midollo e il risultato morfoologico recita: un unico frustolo marcatamente ipercellulato, ridotta la cellularità libera valutabile. Blasti 6%, colorazione di Peris: ferro presente nei depositi; presenza di sideroblasti di cui il 3% ad anello. PAS: negativo nei pochi eritoblasti valutabili midollo displastico con displasia trilineare: anemia refrattaria con eccesso di blasti. AREB-1;
IF: cluster di elementi CD34+ 3.6% del totale WBC di cui 95.6% CD33+/CD10-; CD117+ 4.7% dei leucociti;
Citogenetica, molecolare per WT1 e istologico in corso.
Eseguito blobanking e crioconservazione linfocitaria.
Dosaggio EPO: in corso alla dimissione.
Prelevato HLA basale in data 8/5/12.

Mi potrebbe spiegare cosa può voler dire? In quanto i miei sono molto criptici al riguardo e su internet non trovo notizie che mi convincono?
Nelle domande di peso e altezza inserirò i dati di mio padre.

[#1] dopo  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Se vuole notizie a riguardo sono dirimenti gli esami mancanti, così come l'ultimo emocromo e l'emocromo di quando è stato scoperta/supposta la patologia.

In attesa di sue notizie, la saluto
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!

[#2] dopo  
Utente 156XXX

Non sapendo leggere bene gli esami del sangue le scrivo quanto segue dalla relazione clinica:

EE c/o PS: GB 2300/mmc, Hb 5,8 g/dL, Pit 51.000. PCR 16.5 Lettura al M.O.: N:18%-L:73%-M:6%-E:1%
MIELOCITI:2%. Anisopoichilosi delle emazie; schistociti: 1-2%. PCR 19.5, creatinina 0.65, bilirubina totale 0.75 (diretta 0.27), elettroliti e funzionalità epatica nella norma. Assetto marziale: Fe 232 microg/dL, ferritina 280 ng/mL, transferritina 2.32 g/L, vit B12 1246 pg/mL, folati 3.8 ng/mL.

Alle Dimissioni

EE: Gb 1900, Hb 9.2, Pit 43000, Pcr 14, creatinina 0.65

in ospedale hanno dato eseguito delle trasfusioni e dato da prendere a casa omeprazolo zyloric e levofolene.

Oggi le analisi sono state le seguenti:

AAII: linfedema primitivo bilaterale, non segni di TVP
EE: Gb 2400, Hb 10.2, Plt 51000, biochimica in corso

[#3] dopo  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Restando dell'opinione che occorrono sapere gli esami su midollo (WT!, citogenetica) per una corretta definizione del caso, visto l'emocromo (importante citopenia periferica trilineare, cioé severa anemia e moderata/severa leuco-piastrinopenia) è questa una situazione seria (rischio evoluzione leucemica alto, ma le ripeto che risulta dirimente sapere la citogenetica).
Credo che i colleghi si stanno orintando verso una procedura allotrapiantologica (cioé trapianto di midollo osseo da donatore per quello hanno già fatto una titpizzazione HLA).
Mi manca altro dato: più o meno epoca di inizio della citopenia; non ha per caso emocromi precedenti?
Altra cosa: età?
Saluti
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!

[#4] dopo  
Utente 156XXX

Nel 2010 venne ricoverato per dei sinotmi estremamente simili, ma all'ora l'ospedale in cui venne ricoverato gli fecere delle trasfusioni e lo mantennero in ospedale per quasi un mese per poi dimetterlo. Purtroppo mi manca la documentazione di quel periodo, sono a conoscenza soltanto di un forte squilibrio elettrolitico, e valori GB e PLT nella norma.

I sintomi questa volta sono comparsi il 3 Maggio c.m.
Mio Padre ha 54 anni.

In ospedale in Pronto Soccorso gli hanno trasfuso 4 unità di EC invece durante il ricovero due UEC e 1 aferesi plt.

Mi è gia stato di grandissimo aiuto.
Riesce a spiegarmi meglio cosa potrebbe avere in quanto su internet le notizie che leggo sembrano molto allarmanti, domani ho preso un giorno di permesso per andare in ospedale e capire meglio di quanto non abbia fatto mia madre su quando sarà pronto il referto della biopsia e su cosa pensano i dottori. ho visto tra gli incartamenti una richiesta a mio padre di poterlo inserire in un circuito di sperimentazione. il titolo di studio è: Registro rete ematologica lombarda delle sindromi mielodispastiche e neoplasie mielodisplastiche/mieloproliferative

[#5] dopo  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Non è un circuito sperimentale, è solo il registro regionale dei pazienti con sindrome mielodisplastica.
Nel 2010 ha fatto trasfusioni, credo che già allora era affetto da mielodisplasia (alla fine a quanto ho capito non è stata inquadrata, nel 2010, l'anemia!).
Per ulteriori mie approfondimenti, le ripeto, ho bisogno dei dati mancanti.
Saluti
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!