Utente 257XXX
Salve sono una donna di 30 anni a cui da poco e' stata diagnosticata la trombofilia genetica.
Ho pero' molti dubbi a riguardo,dovuti al fatto che non mi convincono le cose che il mio ematologo mi dice sulla trombofilia e in particolare sulla gravidanza ;mi spiego meglio:

Intanto,mi dice che io non mi devo considerare trombofilica. Io ho la mutazione c6777t omozigote mutato e a1298c wild type ,omocisteina a 24' screening anemia vitaminica nella norma e fattore II. Mi dice che io sono solo portatrice, che posso stare bene prendendo a vita e a cicli solo acido folico e che se voglio rimanere incinta di non ascoltare cio' che il mio ginecologo mi vorra' far fare perche' con le mie mutazioni posso rimanere incinta senza eparina,senza cardioaspirina ,senza medicinali ,parto naturale o cesareo indifferente. Ho chiesto al mio ematologo se il fatto che io fossi omozigote e avessi l'omocisteina moderatamente alta vuole dire che soffro di omocistinuria e non mi ha saputo rispondere. Siccome io sono finita ultimamente piu' volte all'ospedale per possibili attacchi ischemici per cui sto indagando privatamente,volevo sapere se mi posso fidare oppure devo cambiare ematologo. Anche perche' siccome ho letto un libro dove c'e' scritto che l'mthfr omozigote e il fattore II non sono tanto da scherzarci sopra e io e mio marito desideriamo un figlio , e' tale il mio dubbio e tale la mia paura che non so perche' comunque,ma non mi sento che eventualmente la gravidanza ,nel mio caso la si possa affrontare senza alcun medicinale .grazie a chi mi aiutera' a capire e' molto importante.

[#1] dopo  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Sicuramente la sua situazione è da approfondire.
Siamo difronte a giovane donna, con stato trombofilico, con ripetuti attacchi ishemici transitori in corso di definizione diagnostica (a quanto ho potuto capire), che se confermati tali è opportuna terapia anticoagulante. Le consiglio valutazione ematologica con collega che si occupa di disturbi della coagulazione.
Avrà sicuramente fatto anche questi esami:
Anticorpi anticardiolipina (aCL) IgG e/o IgM ed il Lupus Anticoagulant?

La saluto e mi tenga informato sullo sviluppo clinico.

Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!