Utente 280XXX
Buongiorno,
il mio medico di base, dopo aver visionato i risultati dei miei esami ematochimici, mi ha inviato dall'ematologo, con nota "modesto aumento della quota linfoide nk". In attesa della visita (che avrò tra circa un mese), chiedo un Vs. cortese parere su questi dati che, da inesperto, mi inquietano molto, avendo appreso che i linfociti nk sono responsabili della risposta immunitaria anche rispetto eventuali cellule tumorali.

Citofluorimetria:

Linfociti T totali CD3+ *54,6% (60-80)
Linfociti T totali CD3+ 1,474 (0,600-2,700)

Linfociti T helper CD3+ CD4+ *33,3% (36-55)
Linfociti T helper CD3+ CD4+ 0,899 (0,500-1,700)

Linfociti T supp./citot. CD3+ CD8+ 17,9% (16-34)
Linfociti T supp./citot. CD3+ CD8+ 0,483 (0,200-1,100)

Linfociti NK CD16+ e/o CD56+ *39,6 (3-19)
Linfociti NK CD16+ e/o CD56+ *1,069 (0,020-0,650)

Linfociti B totali CD19+ *4,8 (5-16)
Linfociti B totali CD19+ 0,130 (0,070-0,550)

Rapporto CD3+CD4+/CD3+CD8+ 1,86 (1,10-2,50)


Rimanendo in attesa, ringrazio sentitamente.
Giuseppe.


[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Io, in base agli esami fatti, non vedo motivi di allarme perchè i valori vanno valutati nel suo insieme e non soltanto parzialmente ed i suoi valori rientrano, in base a questo , nella norma; variazioni si possono anche avere in relazione a fatti virali anche banali ( influenza ecc ).
Un saluto

A. Baraldi