Utente 312XXX
Salve, a giugno per un'infiammazione alla gola ed in seguito alle gengive ho assunto nell'arco di breve tempo dapprima l'antibiotico Augmentin e in seguito il Macladin.
Ho terminato la terapia di quattro giorni con quest'ultimo il 21 giugno e ieri (17 luglio) ho fatto le analisi del sangue, tutto nella norma tranne i valori dei globuli bianchi (3800) e delle piastrine (124000). Un anno fa i valori erano di 4900 per i globuli bianchi e di 170000 per le piastrine.
Ho letto che il Macladin porta ad una diminuzione dei valori di globuli bianchi e di piastrine, può quindi, questa diminuzione di valori, essere correlata alla sua assunzione anche se ho terminato la cura da quasi un mese?
La dottoressa mi ha riferito che non sono valori preoccupanti e di ripetere l'emocromo a settembre.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Si potrebbe eserci una relazione tra assunzione antibiotico e valore piastrine però le consiglio anche di fare una conta pistrine in citrato, esame più preciso; ma , comunque, non ci sono problemi sul valore attuale
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 312XXX

Grazie per la risposta Dottore. Oggi ho ritirato anche le analisi sulle intolleranze alimentari (eseguite perchè mi capita di avere problemi intestinali, l'anno scorso ho eseguito la calprotectina con esito negativo) e risultano le IgE totali a 394,00. Io sono un soggetto allergico, in particolari ai pollini, e nel periodo marzo/giugno prendo Aerius per ridurre i sintomi. Un valore cosi alto può essere normale in un soggetto come me?
Per quanto riguarda le IgE specifiche sono nella norma tranne per il mais in cui risulta una concentrazione di 0,72.
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Certo , essendo lei un soggetto allergico è normale che le Ig E siano aumentate
Un saluto

A. Baraldi