Utente 128XXX
Buongiorno
sono un donatore di sangue, oggi sono stato contattato per procedere con un controllo poichè l'ultima sacca donata presentava delle incompatibilità.
Premetto che i risultati pervenuti a me di quella donazione erano nella norma.
Il medico mi ha spiegato che prima di procedere con la trasfusione fanno dei test di compatibilità e in occasione di questo test ci sono state delle anomalie.
In particolare mi ha detto che sembrerebbe presente una proteina che se confermata non mi permetterà più di donare (mi ha parlato di proteina presente se si prendono degli integratori).
E' stato molto vago ma mi ha detto che non è un pericolo per me ma per chi eventualmente riceve.

Avete idea di che tipo di proteina si tratta?
Mi sto un po agitando
grazie

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Egregio utente,
quando si verifica un'incompatibilità nei test per l'assegnazione delle sacche di globuli rossi concentrati si fanno ulteriori indagini per capire il motivo di tale anomalia. E ovviamente non si procede con l'assegnazione di quell'unità.
Se Lei è stato richiamato, probabilmente la "colpa" di quel risultato al test di compatibilità è stata attribuita ai Suoi globuli rossi e non al plasma del candidato ricevente.
Pertanto dovrà eseguire un prelievo per confermare questi primi risultati.
Non è possibile dire adesso, con questi elementi a disposizione, se in effetti ci sia stato un "problema" sui globuli rossi che Lei ha donato né se - in caso affermativo - tale "problema" sia transitorio (per cui al momento non è possibile sapere se potrà tornare a donare).
Conoscere le proteine implicate (es. anticorpi, frazioni del complemento) non cambierebbe la sostanza della questione.
Saluti,