Utente 249XXX
Buongiorno,

sono una ragazza che ha sempre goduto di buona salute, assumo la pillola Klaira e ho una mutazione MTHFR omozigote (prendo acido folico un dì sì e uno no per tenere bassa l'omocisteina).
Da un mese a questa parte ho iniziato a notare solo sulle cosce dei piccoli ematomi che spariscono nel giro di una settimana/dieci giorni ma comunque ricompaiono continuamente sempre in zona cosce. Sono andata dal mio medico di base che per scrupolo mi ha prescritto un emocromo:

WBC 5.30 range(4-10)
RBC 4.88 (4-5.40)
HGB 14.8 (12-16)
HCT 44.2 (37-47)
MCV 90.5 (80-99)
MCH 30.4 (27-32)
MCHC 33.6 (32-37)
RDW 11.3 (11.5-14.5) <
HDW 2.34 (2.20-3.20)
PLT 248 (130-400)
MPV 7.7 (7.2-11.1)
neutrofili 49.4 (40-74)
linfociti 41.8 (19-48)
monociti 4.8 (3.4-9)
eosinofili 2.2 (0.0-7)
basofili 0.4 (0.0-1.5)
LUC 1.4 (0.0-4)

TEMPO DI PROTROMBINA

PT 12.7
PT% 89.8 (70-120)
INR 1.11 (0.80-1.20)

TEMPO DI TROMBOPLASTINA PARZIALE 27.6 (26-40)
FIBRINOGENO 222 (200-400)
OMOCISTEINA 8



Alla luce di questi risultati (il valore fuori dai range il mio medico non l'ha considerato importante) e degli ematomi sulle gambe, il mio medico ha notato che il fibrinogeno e il tempo di tromboplastina, seppur nei range, erano un po' bassini e potevano essere la causa di questi ematomi e mi ha prescritto Hamemalis Homaccord. Ho chiesto se era il caso di sospendere la pillola e se ne era la causa ma mi ha risposto che avrei avuto, in tal caso, valori più alti.

Sto prendendo 10 gocce di hamamelis ogni mattina ma i lividi continuano a comparire, non ho vene varicose ma devo dire che sulle gambe le vene sono piuttosto evidenti.

Cosa ne pensa? E' il caso che faccia altri accertamenti o instauri una cura diversa?

Ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Prof. Francesco Zinno

24% attività
0% attualità
0% socialità
COSENZA (CS)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2005
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,
da come descrive il caso ritengo che la comparsa degli ematomi (così come evidenzia il suo medico di famiglia) potrebbe dipendere più da un problema di fragilità vascolare che da un problema ematologico, considerando anche gli esiti degli esami di laboratorio.
Riguardo, invece, l'assunzione della pillola anticoncezionale, la stessa ha effettp "pro-coagulante ed è da segnalare che è generalmente controindicata nelle pazienti che presentano stati di trombofilia, come ad esempio l'iperomocisteinemia.
Aggiungo che l'unico valore fuori range, questo non è nel suo caso significativo, trattandosi di un dato che va ad indicare alcuni parametri morfologici dei globuli rossi.
Le consiglio di ridiscutere l'assunzione dell'anticoncezionale con il suo ginecologo e acquisire il parere di un angiologo.
Francesco Zinno