Utente 349XXX
Salve, ho un fratello affetto da aplasia midollare severa. Dopo essersi sottoposto ad un trattamento immunosoppressivo circa un anno fa con nessun risultato, sta' per sottoporsi a trapianto di midollo osseo da donatore non familiare.
Il periodo di condizionamento prevede 5 gg di chemioterapia ed una seduta di radioterapia. Mi chiedo se il trapianto per aplasia comporti più rischi di un trapianto x qualsiasi altra patologia. Premetto che il donatore ha una compatibilità 10/12.

[#1] dopo  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Beh sicuramente i rischi sono un pò maggiori nel trapiantare un paziente affetto da aplasia midollare rispetto ad altre patologie, rischi legati ad una maggiore probabilità di non attecchimento (anche se in percentuale molto piccola), rischi infettivi visto il lungo periodo in cui suo fratello è stato in aplasia midollare.
Altra cosa importante è quella che comunque la terapia immunosoppressiva dopo il trapianto la dovrà continuarla per un bel periodo di tempo.
Le faccio tanti in bocca al lupo.
Cordialità
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!