Utente 396XXX
Buongiorno,
da circa 3 settimane ho i linfonodi del collo (parte destra) un po gonfi e dolenti e danno fastidio nel deglutire.
Il medico mi ha prescritto gli esami del sangue + test Toxoplasmosi e Mononucleosi risultando negativo a questi ultimi:

LEUCOCITI 6.50 K/ul 4.30 - 11.00
NEUTROFILI 3.4 K/ul 1.60 - 6.80
LINFOCITI 1.9 K/ul 0.80 - 4.50
MONOCITI 0.8 K/ul 0.12 - 1.08
EOSINOFILI 0.3 K/ul 0.05 - 0.65
BASOFILI 0.0 K/ul 0.00 - 0.20
NEUTROFILI (%) 52.2 % 40 - 75
LINFOCITI (%) 29.8 % 20 - 45
MONOCITI (%) 12.7 % * 1 - 12
EOSINOFILI (%) 4.9 % 1 - 5
BASOFILI (%) 0.4 % 0 - 2
ERITROCITI 6.13 M/ul * 4.20 - 6.00
EMOGLOBINA 15.2 g/dl 12.0 - 18.0
EMATOCRITO 47.2 % 37.0 - 53.0
MCV 76.9 fl * 77.0 - 102.0
MCH 24.8 pg * 27.0 - 32.0
MCHC 32.2 g/dl 32.0 - 36.0
RDW 14.6 % 11.6 - 14.8
PIASTRINE 244 K/ul 150 - 425
MPV 9.6 fL 7.8 - 11.0
PCT 0.233 % 0.150 - 0.250
PDW 17 RATIO Minore di 20

<b>Ipocromia</b>
SgEr - V E S dopo 1 ora Westergren 6 mm Fino a 10
S - LATTICODEIDROGENASI LD-P (37°C) piruv.latt 153 U/L 30 - 250
S - PROTEINA C REATTIVA turbidim. 0.45 mg/dl Minore di 0.80
S - Ab EBV-VCA IgG chemilumin 3.0
index <0.8 assenti 0.8-1.2 dubbi >1.2 presenti
S - Ab EBV-VCA IgM chemilumin 0.4
index <0.8 assenti 0.8-1.2 dubbi >1.2 presenti
S - ANTICORPI ANTI-TOXOPLASMA IgG chemilumin 0 UI/ml
<7.5 negativo
7.5-10.5 dubbio
>10.5 positivo
S - ANTICORPI ANTI-TOXOPLASMA IgM chemilumin NEGATIVO NEGATIVO

Con questi risultati il medico non ha ritenuto necessario approfondire in quanto ritiene non ci sia nulla di cui preoccuparsi e che tutto passerà con un po di tempo.
Dal momento che comunque il fastidio al collo non demorde e anzi (essendo un po in ansia magari un po per mia suggestione) sembra diffondersi anche al pettorale destro e laterale volevo un vostro parere aggiuntivo.
vi ringrazio in anticipo e saluto cordialmente

[#1] dopo  
Dr.ssa Serena Rolla

28% attività
20% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
Concordo con quanto detto dal suo medico curante: dagli esami elencati non emerge nulla di preoccupante ne' significativo dal punto di vista infiammatorio o infettivo. Si tratterà probabilmente di una condizione transitoria che tenderà a risolversi spontaneamente nel tempo.
Cordiali saluti.
Dr.ssa Serena Rolla