Utente 400XXX
Buongiorno,
chiedo cortesemente un consulto a seguito del mio problema.
Da circa tre anni soffro di dolori al fianco sinistro, questo dolore non è continuo ma ci sono dei periodi in cui il dolore è più forte.
Da due anni prendo l' eutirox a causa dell' ipotiroidismo.
Qualche giorno fa ho fatto gli esami del sangue prescritti dal dottore e c'erano dei valori al di fuori della norma che sono:

Granulociti eosinofili 7,2 % 0,0-7,0
Glucosio 112 65-110
beta 2 microglobulina 1,74 0,67-1,31
Titolo anticorpale antistreptococcico (TAS) 265 0-200

Volevo sapere se questi valori alti possono causare dolori al fianco sinistro e a cosa sono riconducibili? mi devo preoccupare?
Grazie

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
per definire la natura dei suoi dolori al fianco Sn occorerebbe visitarla. il che ovviamente non è possibile.
Il quadro che descrive è comunque suggestivo di una sindrome da colon irritabile, di cui probabilmente è a conoscenza.
Non mi dice se ha mai fatto una ecografia addominale.

I valori che riporta non sono riconducibili ai dolori al fianco sn: il lieve aumento della Beta 2 microglobulina può indicare uno stato flogistico e nessuno degli altri esami è tanto alterato da destare preoccupazione.

Le consiglio di rivalutare tra 20gg la beta 2 microglobulina, per assicurarsi che nel tempo tenda a normalizzarsi, e per estrema prudenza, di eseguire un tampone faringeo per la ricerca dello Streptococco Beta Emolitico A, che se presente potrà agevolmente essere eradicato.
Parli ovviamente di tutto con il suo curante.
Saluti,
Dr. Caldarola.

[#2] dopo  
Utente 400XXX

Grazie mille Dottore per la spiegazione. Per quanto riguarda il dolore al fianco sinistro ho fatto una visita martedì in ospedale per quando concerne l'intestino è mi ha detto che secondo lui l'intestino era in buone condizioni, però in quei giorni oltre al dolore al fianco sinistro i sintomi erano accompagnanti da diarrea e meteorismo, quindi mi ha detto di fare una resonanza magnetica alla colonna vertebrale, perchè secondo lui era un problema riguardante la schiena.
Come ha detto Lei io avevo già fatto una Tac addome completo senza contrasto a Dicembre senza però evidenziare alcuna patolgia.
Inoltre circa due anni fa avevo fatto una resonanza magnetica lombosacrale senza contrasto ed essa aveva evidenziato evidente sclerosi iperostosica intrapofisaria che condiziona qudaro di marcato canale lombare stretto acquisito sul piano traversale, in modo più accentuato a livello dei metameri al passaggio l4-l5. Infatti al passaggio l4-l5 si segnala marcata protrusione discale ad ampio raggio con estrinsecazione focale in sede pre ed intraforainale sinistra: ne consegue evidente compressione concetrica sul sacco durale con iniziale conflitto con le radici l5 emergenti bilateralmente, più accentuata a sinistra, e discreta interferenza con la radice l4 decorrente da tale lato.
Inoltre quando mi fa male il fianco sinistro ho una sensazione che qualcosa mi mangia dentro.
Questi tipi di dolori possono essere causati dalla schiena? oramai sono da tre anni che ho questi dolori è non so più cosa fare? Cosa mi consiglia di fare?
La ringazio in anticipo del suo aiuto.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
è davvero possibile che il suo sia un dolore neuropatico "che la mangia dendro" dovuto sia alla stenosi del canale midollare sia alla compressione, sicuramente da rivalutare attualmente, con le radici L5 alla loro emergenza da entrambi i lati.

Si faccia visitare da un neurochirurgo che deciderà se rifare la RM e quale approccio terapeutico adottare.

Mi tenga informato, se lo desidera.
Carissimi saluti,
Dr. Caldarola

[#4] dopo  
Utente 400XXX

Grazie mille Dottore a breve farò la visita da un neurologo, avrei un' ultima domanda a proposito del dolore al fianco sinistro Le volevo chiedere se può essere la sindrome fibromialgica visto che soffro di insonnia e stanchezza oltre al forte dolore al fianco sinstro?
La terró informata sull' esito della visita.
Grazie

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
la Sindrome Fibromialgica deve rispondere a requisiti necessari e standardizzati e non può essere posta per via telematica.
Inoltre la diagnosi si fa dopo l'esclusione di qualunque causa che determini il dolore.
Attendo sue.
Carissimi saluti,
Dr. Caldarola.