Utente 503XXX
Buonasera,
chiedo un parere sulla lettura dei risultati delle analisi del sangue di mia sorella, soggetto anemico. I valori di ematocrito sono normali fatta eccezione per:
Linfociti (%) 59,6
Neutrofili (10^3/ul) 1,8
PLT 120 000
MPV 13,9 fL
PDW 23,3

* I GLOBULI BIANCHI SONO 5,1 * 10^3 /uL

Mi risulta strano che la percentuale dei neutrofili sia normale ma in valore assoluto risultano più bassi della norma e , al contrario, i linfociti risultano più alti in percentuale e normali in valore assoluto. Il dato è preoccupante o no?
Inoltre chiedo il valore di piastrine di appena 120 000 (che è poco più basso di 150 000) può essere preoccupante o si tratta di una forma lieve di trombocitopenia ?
Nel complesso queste analisi possono far sospettare qualcosa di anomalo?

Ad ogni modo ho consigliato mia sorella di ripetere le analisi in modo da confermare questi risultati, ma intanto chiedo un parere in modo che se venissero riconfermati gli stessi valori posso farmi un'idea .

Ringrazio la vostra cortesia
Buona serata

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Franco

28% attività
16% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
TRAPANI (TP)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
gentile utente, sicuramente ripetere gli esami tra un mese può essere utile. A volte in concomitanza di episodi infettivi/infiammatori si possono avere delle modifiche fisiologiche dei valori dell'emocromo. Le piastrine 120.000 sono lievemente sotto il limite inferiore ma non sono preoccupanti sono da tenere sotto controllo. Per quanto riguarda la formula, la percentuale è poco importante sono più importanti i valori in valore assoluto. In questo caso i linfociti sono nella norma e i neutrofili sono lievemente diminuiti rispetto al normale ma non a valori preoccupanti. Quindi deve indagare insieme al suo medico le cause di diminuzione dei neutrofili (infezioni, infiammazioni, neutropenia costituzionale, neutropenia ciclica, malattie autoimmuni ecc. ecc.).
Ripeta gli esami e li faccia vedere al suo medico per decidere come continuare a tenere sotto controllo la situazione.
Non da indicazioni sull'anemia cosa invece importante, deve approfondire con li suo curante le cause di questa anemia.
Spero di essere stato utile
saluti
Dr. Giovanni Franco - Ematologo
www.dottorfrancoematologo.it
www.facebook.com/ematologopalermo