Utente
Inserisco analisi sulla fertilita'

FSH 7.3 (1.4-18)

LH 7.2 (1.0-8.0)

Testosterone 3.94 (3-10)

Testosterone libero 17.5 (8.7-54.7)

SHBG 24 (10-70)

TSH 4.46 (0.30-5.00)
ACTH 49.5 (<46)

[#1]  
Dr. Giovanni Ragozzino

28% attività
0% attualità
12% socialità
CAPUA (CE)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,

come da prassi, devo evidenziare la incompletezza dei dati riportati.
Indichi con maggiore chiarezza i suoi dati antropometrici (peso, altezza), la presenza di malattie coesistenti o presenti nel gentilizio (genitori, fratelli, sorelle), la esecuzione di indagini di laboratorio e/o strumentali non descritte ed eventuali terapie farmacologiche praticate.

Saluti

[#2] dopo  
Utente
Ho eseguito esami per la fertilita' dopo due mesi e mezzo dal tumore al testicolo,in aggiunta anche due dati sulla tiroide per un ipotiroidismo subclinico diagnosticatomi 5,6 anni fa' con la cura di eutirox 50 sospesa da Agosto.
Il TSH saliva sopra 5.00 e a fasi tornava nella norma sia con eutirox che senza.

Ora ho associato il TSH ,sempre saliscendi sul borderline in questi 5 anni, alla componenete alfa del Markers HCG e l'ACTH salito sempre a 50 solo da Agosto come prodotto dal tumore stesso.
In precedenza solo una volta l'FT4 si alzo' a: 1.78 (0.89-1.76)
Gli anticorpi erano nella norma.
Il cortisolo e' sempre stato poco alto: 35 (5.5-25)
La prolattina anch'essa sempre alta :48 (2.1-17.7) considerata iatrogena
Il test col desametasone ha fatto azzerare il cortisolo.
5 anni fa' presentavo le striature rossastre tipiche del cushing su addome ,fianchi e braccia ,sono rimaste ora chiare.
L'endocrinologo mi disse che erano dovute al peso eccessivo(di allora) e all' allenamento.
Ora sono 1,80 per 84kg

TSH 4.46 (0.30-5.00)
FSH 7.3 (1.4-18)
LH 7.2 (1.0-8.0)
Testosterone 3.94 (3-10)
Testosterone libero 17.5 (8.7-54.7)
SHBG 24 (10-70)
ACTH 49.5 (<46)

La TAC (per il tumore,ma guardata anche zona turcica) non ha evidenziato niente nella zona turcica o nei surreni.

Per la situazione in generale cosa mi potete dire?

Grazie mille.

[#3]  
Dr. Giovanni Ragozzino

28% attività
0% attualità
12% socialità
CAPUA (CE)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,

il quadro clinico sembra acquisire un profilo maggiormente definito: la caratteristica principale è costituita da una iperattivazione ipofisaria (aumento delle tropine PRL, ACTH, TSH) a cui corrisponde ipercortisolemia (simil cushing) con risposta fisiologica all'overnight test (con desametasone, se ho ben capito).
La natura iatrogenica dell'aumento della prolattina (PRL) è, a mio giudizio, dubbia; difatti concomita ipotiroidismo subclinico che ben si associa all'iperprolattinemia, soprattutto per valori moderatamente aumentati. Tale condizione clinica, non valutando il caso particolare, richiede la integrazione opoterapica con l-tiroxina, poszionando il valore del TSH nella metà inferiore del range di normalità.
Lo studio diagnostico per immagini è condivisibile per le logge surrenaliche (TC con m.d.c.) ma scarsamente indicativo per la sella turcica ove l'esame "gold standard" è la RMN con e senza m.d.c. paramagnetico.
In ultimo, oltretutto era il quesito primario, non viene mensionata la esecuzione di uno spermiogramma, che, avrebbe valore dirimente sulle potenziale fertilità.

Saluti

[#4] dopo  
Utente
Inserisco esamio ripetuti per la tiroide:

TSH 3.61 (0.30-5.00)
FT3 3.4 (2.0-4.3)
FT4 1.21 (0.89-1.76)
tireoglobulina 8.2 (<55.0)
Anticorpi anti tireoglobulina <20 (<40)
Anticorpi anti TPO <10 (<35)
ACTH 20 (5-60)

in attesa di ecografia alla tiroide e valori del cortisolo e prolattina che prima risultavano alti,si nota l' ACTH sceso dopo mesi,
sottolineo che il laboratorio e' specializzato negli esami tiroidei.
Devo aggiungere che non prendo l'eutirox oramai da mesi.

Grazie.

[#5]  
Dr. Giovanni Ragozzino

28% attività
0% attualità
12% socialità
CAPUA (CE)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,

il calo ponderale ha ricadute importanti sull'omeostasi dell'asse ipofisi-tiroide-surrene. Pertanto è auspicabile che al decremento del TSH corrisponda uguale riduzione per PRL così come all'ACTH quello del cortisolo.
Esegua uno spermiogramma, presso un centro qualificato per la risposta diretta al suo quesito.

Saluti

[#6] dopo  
Utente
Mi scusi dott. Ragozzino non credo di aver ben compreso la sua ultima risposta.
Il calo ponderale risale a 3 anni fa',mentre il TSH ha continuato sul borderline negli ultimi mesi.
L' ACTH era salito a 50 solo da Agosto ,questo e' il primo valore nel range di normalita'.
Aggiungo che l'eco alla tiroide di oggi era negativa.

Il mio interesse era eventualmente quello di legare i dati alterati tiroidei con il tumore testicolare.

Grazie.

[#7]  
Dr. Giovanni Ragozzino

28% attività
0% attualità
12% socialità
CAPUA (CE)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,

le ricadute sull'omeostasi ormonale hanno tempi medio lunghi, pertanto non a voler giustificare il mio assunto, confermo che il decemento ponderale ha avuto il suo ruolo nella riduzione dell'attivazione dell'asse. Un valore borderline, ad ogni modo, in unica determinazione non è patognomonico di patologia endocrina, nè di un suo epifenomeno.
Nella sua mail del 4/3 chiedeva lumi sulle sue condizioni generali
è pertanto Le confermo la risposta del 5/3. In relazione all'azione sul'omeostasi tiroidea della HCG (azione TSH simile), essa può considerarsi minima. Maggior rilievo riveste sull'omeostesi ormonale del testosterone ma soprattutto dell'estradiolo testicolare (ne stimola la produzione) con il risultato di inibire la secrezione di FSH ed LH dall'ipofisi, ma credo che queste nozioni siano già in suo possesso.
In ultimo, non ha indicato l'istotipo tumorale nè la terapia farmacologica e chirurgica adottata per il suo caso.

Saluti

[#8] dopo  
Utente
Si comprendo dottore ,ma il TSH e' 6 anni che e' a borderline,la diagnosi di ipotiroidismo subclinico ,allora,fu' fatta su questa base ,assieme al cortisolo e prolattina leggermente alti.
E sempre a fasi,tutti alzati, in questi anni.

Devo dire che l'assistenza dell' endocrinologo e' stata mediocre in questi anni,con appuntamenti anche a 15 mesi di distanza,d'altronde quel "subclinico" qualcosa deve dire ,cioe' poco o nulla di clinico per cui intervenire: l'eutirox lo chiesi io 6 anni fa' ,non c'era alcuna voglia di prescrivermelo.Saranno cambiati i parametri in questi anni,e' meno controverso il trattamento dei subclinici.

Il medico,a ragione,ha preso sul serio solo l'ACTH che si e'alzato:possibili adenomi e tumori di vario genere.

Se si e' davvero normalizzato,ripeto, da Agosto solo ora ,posso pensare fosse ectopico cioe' prodotto dal mio tumore e forse ora indica che il tumore e' regredito.

Le informazioni sul tumore sono nella storia clinica sotto nomeutente.
Comunque, era un non-seminoma stadio I ,nessuna terapia dopo l'orchiectomia.

Grazie.

[#9]  
Dr. Giovanni Ragozzino

28% attività
0% attualità
12% socialità
CAPUA (CE)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,

sono dell'avviso che i quesiti clinici che Lei pone peccano di scarsa linearità nella descrizione temporale.

Ad ogni modo provo a spiegarmi:

1) L'ipotiroidismo subclinico è una condizione prepatologica in cui si osserva un aumento del TSH in presenza di forme libere (fT3 ed fT4) nel range di normalità. Con discreta frequenza si osserva consensuale aumento della prolattina che non sta ad indicare la presenza di un adenoma prolattino-secernente e che, in linea di massima rientra nel range con l'opoterapia tiroidea (l-Tiroxina);

2) L'aumento del cortisolo plasmatico è un indice poco realistico di patologie surrenaliche (l'esame di primo livello è il dosaggio del corticolo libero urinario su tre distinte determinazione distanziate nel tempo), pertanto in presenza di ipercortisolemia lieve non diagnostica si pratica la raccoltà delle urine delle 24 ore per il dosaggio del cortisolo; nel Suo caso va esclusa per la fisiologica risposta all'overnight test con desametasone;

3) L'aumento dell'ACTH che riporta è scarsamente significativo e non correlabile alla neoplasia testicolare (sindrome paraneoplastica). In dette condizioni i livelli di ACTH associati a quelli del cortisolo sono da 2 a 4 volte i valori normali con perdita delle fisiologiche fluttuazioni nell'arco delle 24 ore e risposta assente al test al desametasone.
Appare maggiormente realistico, stante la semplice determinazione basale, inquadrarlo nelle cause da stress da prelievo (un buon prelievo per gli ormoni adenoipofisari prevede il posizionamento di agocannula in vena con paziente in clinostatismo, latenza di 20-30', quindi effettuazione del prelievo);

4) La presenza di un adenoma ipofisario ACTH secernente viene diagnosticato mediante risonanza magnetica (la TC è inutile!) della sella turcica con somministrazione di mezzo di contrasto paramagnetico, ricordando che, in linea generale, le dimensioni dell'adenoma sono dell'ordine di 2mm;

Spero di esserLe stato di aiuto.

Saluti

[#10] dopo  
Utente
Salve, aggiungo esami tiroidei del 22 Marzo:


TSH 4 microIU/L(0.27-4.22) (modular cv5%)

FT4 12.9 (9-17)

Ab Anti Tpo <5 (<34)

Ab Anti Tg <10 (<115)

Prolattina 9 (4-18)

Cortisolo 252 (62-194) (modular cv5%)
ACTH 33 (5-60)

Il cortisolo è degno di altre verifiche ,come la misurazione a 5-10-15 minuti nel prelievo.Il TSH che tende al borderline dovrebbe essere piu' basso?

Grazie mille se potrete rispondere.

[#11]  
Dr. Giovanni Ragozzino

28% attività
0% attualità
12% socialità
CAPUA (CE)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,

Le ripeo che la cortisolemia non è un valore diagnostico! Per tale scopo si esegue, come riportato in precedenza, test da inibizione con desametasone allorquando si riscontrano valori patologici del cortisolo libero urinario. In assenza di nodularità tiroidea e con valori di fT4 normali, un TSH border line non è sufficiente per instaurare una opoterapia sostitutiva.

Saluti