Utente 353XXX
Gentili dottori,
mi permetto di disturbare poichè desidero conoscere il parere di un esperto circa i malasseri accusati da mia madre.
Lei ha 60 anni, soffre da almeno 15 anni di morbo di Basedow, nonchè stati d'ansia e depressione curati fino ad oggi, rispettivamente con Bromazolo e Xanax. Ultimamente la situazione è peggiorata (da circa 4 mesi), lamenta continuamente stanchezza, a volte è soggetta a crisi di pianto, è continuamente in ansia, manifesta sbalzi di umore ed ha scarso appetito. Inoltre la pressione arteriosa si mantiene a livelli troppo alti, (anche 160 di max alla mattina) ed i farmaci somministrati per abbassarla hanno dato scarsi risultati, solo l'aumento del dosaggio di Triatec ha sortito qualche beneficio. Infine è anche dimagrita.
Elenco qui do seguito i risultati degli esami clinici effettuati fino ad oggi:

22/02/2007
S-FT3 1,89 pg/mL (1,68 – 3,54)
S-FT4 0,90 ng/dl (0,71 – 1,85)
S –TSH 7443 ulU/mL (0,470 - 5000)

19/04/2007
Calcemia 10,7 mg/dl (8,5 – 10,5)
Anti Perossidasi Tiroidea 32533,0 U/ml Max 100
Calcitonina 1,1 pg/ml (0 -11)
Anti recettore TSH 5,8 U/l Neg. Inf. 9
GH-ORM. Somatotropo 0,29 ng/ml Max 10
Cortisolo urinario (irma) 272 mcg/24h (28,5 -213,7)
Aldosterone urinario (ria) 6,0 mcg/24h (2,8 -30,0)
Catecolamine urinarie 138 mcg/24h (10 – 270)

02/05/2007
Ecografia Tiroide – Paratiroidi
Tiroide in sede, regolare per forma, contorni e volume.
Diametri lobo dx mm 30x11
Diametri lobo sx mm 38x15
Ecostruttura ghiandolare disomogenea, a trama grossolanamente ipoecogena, a tratti pseudonodulare, come per tiroidite cronica.
Attualmente non sono evidenti sicure focalità nodulari.

S-FT3 2,31 pg/mL (1,68 – 3,54)
S-FT4 1,15 ng/dl (0,71 – 1,85)
S –TSH 4089 ulU/mL (0,470 - 5000)

07/05/2007
Cortisolo urinario (irma) 293 mcg/24h (28,5 -213,7)

E' il caso di preoccuparsi? Ringrazio anticipatemente.


[#1] dopo  
Dr.ssa Stefania Pallini

24% attività
8% attualità
12% socialità
LIVORNO (LI)
ISCHIA (NA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent.le utente, quello che trovo proccupante, se ho capito bene, è che a tutt'oggi sua madre, dopo 15 anni, faccia ancora uso di farmaci antitiroidei. Solitamente viene consigliato un ciclo di 18 mesi al massimo e dopo una recidiva si opta per altri tipi di terapie che possono essere di tipo chirurgico (solitamente indicata nei casi di gozzi di grosse dimensioni) oppure radiometabolico. Le consiglio quindi che il caso di sua madre venga rivaluto per una terapia più appropriata.
cordiali saluti
stefania Pallini

Dott.ssa. Stefania Pallini
Spec. Endocrinologia e Malattie del Ricambio
www.endocrinologiapallinilivorno.com

[#2] dopo  
Utente 353XXX

Gentile Dottoressa,
la ringrazio per la risposta, ma purtroppo continuo a non capire. L'endocrinologo che ha in cura mia madre non è stato molto chiaro, è ha consigliato una generica "visita endocrinologica ospedaliera" peraltro a data da destinarsi. Da parte mia ho effettuato varie ricerche in internet nella speranza di trovare situazioni similari circa i sintomi accusati da mia madre, ma non sono venuto a capo di nulla. Potrebbe essere più precisa e ipotizzare una diagnosi? Ritiene che debbano essere effettuate ulteriri indagini?
La ringrazio vivamente.
Con osservanza,
Fabrizio

[#3] dopo  
Utente 353XXX

Gentili dottori.
perdonatemi se insisto,ma ora sono davvero preoccupato! Effettuando una ricerca "mirata" su internet circa i sintomi accusati da mia madre,e concentrando l'attenzione sui valori alterati di cortisolo, calcemia, tiroide e ipertensione è uscito fuori di tutto...sindromi innominabili e patologie che nemmeno sapevo esistere!..Vi prego...ditemi qualcosa di più, non so cosa fare.
Grazie

[#4] dopo  
Dr.ssa Stefania Pallini

24% attività
8% attualità
12% socialità
LIVORNO (LI)
ISCHIA (NA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent.le utente, quello che ho cercato, forse non chiaramente, di comunicarle nella mia prima risposta, è di rivolgersi al suo endocrinologo di fiducia perché ho dedotto e forse erroneamente, che sua madre non facesse dei controlli endocrinologici da tempo, visto esegue terapia con Bromazolo da molti anni. Non mi è possible fare una diagnosi precisa perché ritengo che internet non sia il mezzo più adeguato per farlo, ma lo prenda come un mio limite personale. posso solo dirle che gli esami effettuati a maggio non evidenziano alteranzioni molto significative. L'ecografia tiroidea è compatibile con il problema già conosciuto, la funzione della tiroide è risultata nella norma. solo il cortisolo urinario è risultato lievemente aumentato. Un consiglio potrebbe essere quello di ripeterlo insieme al dosaggio del cortisolemia basale e dopo soppressione con desametazone, ma sono ovviamente esami che possono essere effettuati dopo un'attenta valutazione specialistica.
Cordiali saluti
Stefania Pallini
Dott.ssa. Stefania Pallini
Spec. Endocrinologia e Malattie del Ricambio
www.endocrinologiapallinilivorno.com

[#5] dopo  
Utente 353XXX

Gentile dottoressa,
la ringrazio per il consulto, ora sono un pò più tranquillo. Sono riuscito ad ottenere in tempi brevi la famosa "visita endocrinologica ospedaliera" in regime di Day Hospital, così ogni perplessità sarà finalmente fugata (spero).
A onor del vero devo fare una precisazione: mia madre effettivamente ha assunto Bromazolo per 15 anni, ma è circa un anno che la somministrazione è stata sospesa. A Novembre 2006 le fu prescritto l'eutirox che assunse solo per i successivi 3 mesi.
Mi perdoni la svista.
Per completezza, indico di seguito le risultanze degli ultimi accertamenti effettuati:

23/05/2007
Fosforo 3,0 mg/dl (2,5 – 4,9)
Paratormone intatto 57,5 pg/ml (14 – 72)
ACTH 51,6 pg/ml (Fino a 55)
Cortisolo 26,50 mcg/dl (Matt. 4,3 – 22,4)
GH-ORM Somatotropo 3,75 mcg/dl (Fino a 10)
Glicemia 93mg% (60 – 110)
Calcemia 10,3 mg/dl (8,5 – 10,5)

Cosa ne pensa?
Grazie

[#6] dopo  
Dr.ssa Stefania Pallini

24% attività
8% attualità
12% socialità
LIVORNO (LI)
ISCHIA (NA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Il cortisolo è lievemente aumentato, ma sarebbe utile sapere a che ora è stato fatto il prelievo. L'orario più indicato sono le 8 del mattino. se è stato fatto a quell'ora, confermo che un test al desametazone può essere utile. Sono comunque sicura che in occasione del prossimo ricoverò DH verrà sicuramente effettuato.
cordiali saluti
Stefania Pallini
Dott.ssa. Stefania Pallini
Spec. Endocrinologia e Malattie del Ricambio
www.endocrinologiapallinilivorno.com