Utente 273XXX
Gent.li dottori,
sono due anni che il mio compagno soffre di difunsione erettile e calo totale della libido. finalmente si è deciso ad intraprendere un percorso. ha fatto alcuni esami clinici ed è uscita la prolattina a 23 (o 27...purtroppo non ho con me gli esami) e il testosterone intorno al 4.3.
Mi sono molto spaventata perchè ho letto su internet alcune cose riguardanti l'ipofisi.
Vi ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
Lievi incrementi della prolattina, come nel caso del suo fidanzato, specie quando sono stabili (è necessario un secondo dosaggio) e livelli di testosteronemia normali anche se tendenzialmente più bassi non possono essere messi in correlazione con problemi di disfunzione erettile. Un colloquio ed attenta visita eseguita da un andrologo esperto può chiarire meglio il quadro clinico e trovare la giusta soluzione.
Cordiali saluti
Gino Scalese

[#2] dopo  
Utente 273XXX

La ringrazio per aver risposto.
Il medico che ci segue è infatti un andrologo, il quale ha chiesto l'esame dello sperma e l'urino-cultura.
seguirà l'ecodopler.
ha già effettuato una ecografia ai testicoli per fortuna negativa.
cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Ok! Penso che siate sulla giusta strada.
Cordiali saluti
Gino Scalese

[#4] dopo  
Utente 273XXX

Gent.le dr,
il mio compagno dopo 8 settimane di cura con farmaco dal nome che esattamente non ricordo "paradol" (una cosa del genere) mezza compressa due volte a sett. ha ripetuto gli esami e i valori della prolattina da 22 sono passati addirittura a 33. Il testosterone invariato. il dr ha cambiato farmaco e adesso dovra assumere il dostinex. Fra un mese dobbiamo ripetere le analisi per monitorare la situazione. se non vi dovessero esserci miglioramenti dovremo rivolgerci ad un endocrinologo per valutare delle anomalie relative all ipofisi. Premetto ke il mio compagno ha effettuato il prelievo sotto stress sia per i giorni difficili che stiamo vivendo e sia per la sua fobia relativa agli aghi. volevo un suo parere. Crede che questi valori e questa resistenza al farmaco sia riconducibile ad un'adenoma? e' una cosa preoccupante? La ringrazio

[#5] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Gentile signora,
normalmente gli adenomi della ipotesi producenti prolattina (prolattinomi) determinano incrementi della prolattinemia molto marcati (> 50). In effetti lo stress può influire sui valori di prolattinemia basale e comunque con il dostinex sicuramente scenderanno.

Cordiali saluti
Gino Scalese

[#6] dopo  
Utente 273XXX

Gentile dr la aggiorno. Col dostinex effettivamente la prolattina e' scesa a livelli bassissimi quando abbiamo effettuato il controllo dopo un mese dall inizio della cura. Abbiamo poi proseguito assumendo il farmaco a settimane alterne. Alla seconda settimana di sospensione totale abbiamo ripetuto gli esami e la prolattina era a 4.02. Secondo il ns medico il risultato era ottimo. Il testosterone invece anche se di poco ma continua a scendere ... 9.00. Per questo il medico ha prescritto una cura di 8 settimane comprensiva anche di cialis 5 mg a settimana. Noi sebbene con piccoli miglioramenti non abbiamo recuperato la ns vita sessuale. Abbiamo consultato anche uno psicologo e cominceremo a sett una terapia. Quello che le chiedo e' se questi livelli di testosterone non sono sufficenti a garantire la normale funzionalita sessuale e se questo abbassamento e' correlato all innalzamento della prolattina e come mai continui a scendere. La ringrazio tanto.

[#7] dopo  
Utente 273XXX

Preciso: dalla sospensione del dostinex la prolattina si e' alzata passando da un minimo bassimo che purtroppo non ricordo a 4. Grazie

[#8] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Minime variazioni del testosterone non sono significative. E' normale che sospendendo il dostinex la prolattina tenda a risalire. A questo punto penso sia anche utile una vlutazione endocrinologica.
Cordiali saluti
Gino Scalese

[#9] dopo  
Utente 273XXX

Gentili dr. aggiorno la situazione che è invariata con le ultime analisi eseguite:
testosterone free 120,0 pg/ml valori di riferimento 40-200
prolattina 16,48 ng/ml valori di riferimento minore di 10
Preciso che il mio compagno soffre molto lo stress della puntura del prelievo del sangue.
Volevo gentilmente alcuni chiarimenti.
Questi valori così come sono possono determinare un deficit dell'erezione?
Il mio compagno è in cura da un andrologo e da uno psicologo. L'andrologo non ha mai ritenuto opportuno fargli fare ulteriori accertamenti tipo eclodoppler penieno, ha solo fatto ecografia e prescritto dostinex.
Sono più di quattro anni che combattiamo con questo problema e ad oggi non si trova una strada.
Non capisco se il problema è di esclusiva pertinenza psicologica.
Grazie