Utente
Buongiorno,
esami del sangue fatti a 3 settimane di distanza rilevano un valore crescente (da 0,7 a 1,5) della bilirubina totale, con valori di quella diretta nella norma.
Unico evento degno di nota nel periodo: assunzione di sucralfato, in agiunta a un trattamento preesistente di Lobivon (mezza past / die) per ipertensione essenziale.
Tutti gli altri valori epatici sono compresi nei range.
In passato non ho mai rilevato valori fuori norma della bilirubina.
A cosa può essere dovuto questo aumento?
Ritenete opportuno sottoporsi ad ulteriori accertamenti?

Ringrazio anticipatamente per l'attenzione

[#1]  
Dr. Ettore Vallarino

28% attività
8% attualità
12% socialità
BUSALLA (GE)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2006
In assenza di alterazioni ematologiche riferibili ad una condizione di emolisi, una iperbilirubinemia indiretta con tests di funzionalità epatica normale, esprime generalmente una sindrome di Gilbert, condizione assolutamente benigna e priva di conseguenze. Valuti insieme al Suo medico questa ipotesi e l'esclusione di cause ematologiche. Cordiali saluti
https://www.medicitalia.it/ettorevallarino

[#2]  
Dr.ssa Fiorenza Silvana Tempini

24% attività
0% attualità
0% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2009
Nuovamente concordo con quanto già detto dal collega Vallarino
Auguri
Dr.ssa Fiorenza Silvana Tempini