Utente 985XXX
Gentili Dottori,
il probema che mi preoccupa e per il quale vorrei un Vostro cortese parere è il seguente.
Da circa venti giorni quando vado in bagno al mio solito orario, e sempre una sola volta al giorno, le feci che espello sono molli: non è diarrea e le feci non sono proprio liquide, ma non formate. Non mi è mai successo per un periodo così prolungato.
Inoltre, avverto a tratti leggeri sensi di nausea e qualche volta un po' di vertigini.
E digerisco a rilento.
Ho poi le guance un po' arrossate e forse qualche leggera macchia o rosea o scura sul viso, ma non so se ciò dipenda dal freddo e magari se lo noto per una questione di suggestione.
Non ho avuto l'influenza, o almeno non in forma febbrile.
Mi chiedo a che cosa siano dovuti questi sintomi.
Mi chiedo, infine, se possa essere un virus oppure una lieve intossicazione alimentare prolungata.
Sotto quest'ultimo aspetto, Vi spiego meglio le ragioni del mio sospetto. Agli inizi di gennaio avevo dimenticato di mettere l'acqua nella moka per il caffé e ne ho bruciato la guarnizione in gomma. L'ho sostituita con una guarnizione di ricambio, ma qualche residuo della vecchia guarnizione bruciata è rimasto attaccato all'interno della moka, con la quale ho continuato a farmi il caffè tutte le mattine. Mi chiedo se quella gomma bruciata, contaminando il caffè, abbia potuto intossicarmi.
Mi scuso se forse qualcosa di ciò che ho descritto può sembrare inutile o sciocco, ma essendo un profano preferisco dirVi tutto e lasciare che siate Voi a selezionare ciò che è significativo.
Vi ringrazio di cuore per la risposta che dovessi ricevere e per il servizio che prestate su questo sito.

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Piu' che ad una intossicazione alimentare quello che descrive potrebbe far pensare ad una forma influenzale ad andamento benigno e a localizzazione gastrointestinale. Se la sintomatologia non scompare nei prossimi giorni e' opportuno che si rechi dal suo Medico Curante per una valutazione complessiva e per l'eventuale terapia del caso.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente 985XXX

Gentile Dott. Spina,

La ringrazio moltissimo per la Sua celere risposta, che mi tranquillizza.

Ancora grazie e buon lavoro!