Utente 148XXX
Buongiorno, chiedo un consulto per verificare la probabilità di un'intossicazione alimentare a causa di eventuale comportamento scorretto.
Martedì sera ho acquistato presso un noto supermercato una confezione di 80 gr filetto di manzo fresco e di ottimo aspetto. Arrivata a casa l'ho lasciata nel frigorifero (temp. 4 C) pensando di consumarla la sera stessa. Cosa non avvenuta.
Il mattino seguente essendomi accorta della carne ancora in frigo l'ho riposta nel congelatore (temp. -18 C).
La sera dello stesso giorno (mercoledì) ho pensato di cucinarla, pertanto l'ho estratta dal congelatore, lasciandola circa un'oretta sul banco della cucina sempre nella confezione originale intatta, poi ho iniziato le preparazioni.
Visto che era ancora abbastanza congelata ho usato il microonde per facilitare lo scongelamento.
Al termine la carne era morbida, compatta e rossa, anche se aveva alcune macchie nere tipiche dell'ossidazione.
Ho quindi tagliato le parti annerite. Al taglio la carne era morbida e compatta e non si sfaldava, inoltre non ho sentito odori strani.
Ho proceduto poi alla cottura su piastra calda circa 5 minuti per lato, lasciando l'interno un po' al sangue (non eccessivamente, i succhi rilasciati mangiando non erano rossi, e la carne era rosa).

Il sapore era buono e non ho avvertito odori negativi.
Solo dopo cena mi sono venuti dei dubbi sulla correttezza delle mie azioni.
Premetto che soffro spesso di gastriti, avendo una particolare sensibilità al tratto gastro-intestinale.
Già passate poche ore avevo un leggero mal di pancia. Oggi, venerdì, passate 36 ore avverto questa sensazione di malessere, senza però altri sintomi particolarmente fastidiosi come nausea, vomito, se non una leggera difficoltà a scaricare, dettata da una leggera stipsi a cui non sono estranea in questo periodo.
Possono esserci condizioni/sintomi che portano ad un caso di intossicazione alimentare oppure può essere solo questa mia "ansia di prestazione non corretta"?
Scusate per il disturbo, Vi ringrazio.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
I sintomi non sono da tossinfezione alimentare.
Ovviamente segnali al suo medico eventuali altri sintomi.
Eviti, in futuro, tali comportamenti.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 148XXX

Sicuramente farò più attenzione in situazioni future!
Per ulteriore curiosità: quanto tempo può passare dall'ingestione ai primi sintomi in situazioni analoghe alla mia?

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Qualche ora
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 148XXX

La ringrazio Dottore per la disponibilità.
Essendo passate più di 36 ore posso dire che probabilmente allora questo mio senso di malessere è solo frutto dell'ansia di stare male?
E aver avuto questo suo consulto magari mi tranquillizzerà?

Ovviamente considererò un consulto medico appropriato in caso di ulteriori sintomi.
Grazie ancora e buona giornata.