Utente 561XXX
Gentilissimi,

Ho 35 anni, regime di vita sano, misurato e alimentazione di qualita.


Da circa 2 anni, ho purtroppo un fenomeno di pancia gonfia (un vero e proprio pallone) che aumenta nel pomeriggio / sera e che mi comprire l apparato respiratorio provocandomi fiato corto.
Sono stato dal medico e mi hanno fatto un controllo generale rilevando che:

1.
Nessun problema dal punto di vista polmonare
2.
Nessun problema dal punto di vista organico (Tac addome con contrasto)

Cosa hanno trovato?


A.
Candida
B.
un calcolo nella cistifilea (non ostruisce il passaggio) (1. 45cm, . Non ho mai avuto coliche)
C.
Probabile infezione battterica (lingua gialla)
D.
Pressione alta 170/90

Come detto, gli unici sintomi sono un senso di pancia gonfia che mi comprire il fiato e mi fa quindi stancare e respirare in modocorto e un senso di pressione sul petto.


A questo punto il dottore mi ha sottoposto a terapia antibiotica binaria (Esomeprazol) e Rifaximin oltre ad un antimicotico da prendere una.
volta a settimana.


Dal vostro punto di vista questa pancia gonfia e di origine (a) batterica (b) fungina (c) dal fatto che c e un calcolo alla cistifelea?


Il dottore mi ha detto che essendo giovane possiamo provare una terapia a base di Ursodeoxychols ure che dovrebbe distruggere il calcolo in circa 6-18 mesi.


Voi cosa ne pensate?

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1) I calcoli con acido ursodessossicolico si sciolgono se sono meno di 3 e non superiori ad 1 cm. Il suo non si scioglierà.
2) come è stata diagnosticata la candida? Un antimicotico una volta a settimana??? Ma scherziamo?
3) probabile infezione batterica sulla base della lingua gialla???????
4) le hanno fatto una TC addome con contrasto per gonfiore addominale????
Quello che dice è quantomeno bislacco.
Probabilmente solo intestino irritabile.
Faccia una visita gastroenterologica per confermare questa ipotesi a distanza.
Resto a sua disposizione.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 561XXX

Dottore,

Grazie per la risposta.

1. Il chirurgo vuole provare con l acido dicendo che fino a 15mm dovrebbero sciogliersi e non vuole fare un operazione visto il giovane corpo.

2. Con tampone linguale. 1 pastigilia a settimana di Fluconazoi.

3. Esatto, lui ha sostenuto che bisognasse pulire l intestino e ricostituire la flora batterica con una terapia antibiotica binaria (Esomeprazol) e Rifaximin

4. Si il chirurgo pensava l illeo.

Dottore penso che lei abbia ragione, questo ihtestino irritabile non mi fa diarrea o altro ma mi crea una pancia enorme che mi comprime i polmoni e la resporazione e quando sono sotto sforzo mi sale la pressione a 170/90 e faccio fatica. Come faccio a togliermi questa pancia???

Grazie e saluti :)

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1) in tutto il mondo si sa che i calcoli > 1 cm non si sciolgono, poi faccia lei quello che meglio crede.
2) una pastiglia a setti mana è cosa da RIDERE!
3) L'esomeprazolo è un antiacido e non ha alcun effetto sull'intestino.
4) non diciamo fesserie.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 561XXX

Grazie per la risposta Dottore, mi rivolgero ad un altro professionista.

Questo intestino irritabile non mi fa diarrea o altro ma mi crea una pancia gonfia enorme che mi comprime i polmoni ed a volte la respiraziohe e affannosa e quando sono sotto sforzo mi sale la pressione a 170/90 e faccio fatica pure a fare le scale.

Vista la Vostra lunga esperienza, avrebbe forse un consiglio pratico del caso?