Utente
Buongiorno.
Ho fatto un IVG alla 13 settimana e sono stata sottoposta alla villocentesi dato che era aumentato il rischio di trisomie sulla base di TN.
Dall'esame ecografico risultava che il bimbo fosse affetto tra oloprosencefalia semilobare e cardiopatia maggiore riferibile a ventricolo destro a doppia uscita con vasi trasposti, anomalia della fossa cranica posteriore rappresentata dalla mancata separazione dei peduncoli cerebrali ad opera di ampia raccolta fluida.
Nel referto dell ecografia C'è scritto che il quadro ecografico risulta altamente suggestivo per quadro genetico a prognosi sfavorevole.
Hanno prelevato il sangue sia a me che a mio marito e verrà fatto il cariotipo fetale e CGH-Array.
La mia grande paura è di poter avere solo bambini malati, noi siamo sani e così nelle nostre famiglie.
Qualora noi fossimo portatori sani di geni con le tecniche di fecondazione in vitro comunque si potrebbe evitare di averevfigli malati?
Nella peggiore delle ipotesi ci sono le soluzioni?
Noi siamo sanissimi e sono rimasta incinta al primo tentativo.
Abbiamo io 32 anni e mio marito 37.

[#1]  
Dr.ssa Stefania Zampatti

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
12% socialità
GENZANO DI ROMA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
Gentile signora,

generalmente anomalie di questo genere hanno una scarsa tendenza a ripetersi, ad ogni modo il rischio che possa accadere di nuovo sarà stabilito alla luce degli esiti delle analisi che avete eseguito. Consideri che ad oggi esistono molti modi per ridurre il rischio di malattia fetale, può quindi avere fiducia nelle prossime gravidanze.

Cordialmente
Dr.ssa Stefania Zampatti
-
I consulti online forniscono soltanto indicazioni, non sono sostitutivi della consulenza genetica