Utente 124XXX
Gentile Staff di Medicitalia,
la mia nonna materna ha 87 anni e soffre di una lieve demenza senile...è da qualche mese che sia io che l'intera famiglia abbiamo riscontrato che in quei momenti in cui non le si parla o non le si fanno moine,si addormenta e al risveglio nega tutto...mi chiedo se non se ne renda conto o sia un mezzo di difesa il suo?!?
Ma la cosa bella è che anche se le stiamo attorno,ma magari facciamo altro perchè insomma capite bene che per quanto stiamo attenti a non farla sentir mai sola ci sono dei momenti in cui ognuno ha le sue cose da sbrigare,lei si assopisce...ed anche mentre guarda la tv o spesso la troviamo addormentata mentre legge un libro o un giornale...La mia domanda è se tutto questo è normale?!Quale meccanismo scatta in lei?!Ed inoltre ci sono dei rimedi per far sì che ciò non accada (oltre al tenerla sveglia parlandoci,scherzando etc etc...) ?!
Grazie mille a tutto lo Staff per le vostre risposte!

[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente, non è infrequente che le persone anziane, soprattutto se hanno iniziali deficit cognitivi, perdano interesse per l'ambiente circostante quando esso non è particolarmente stimolante per loro. Inoltre, mostrano meno interesse verso attività che fino a poco tempo prima erano per loro importanti: vedere delle serie televisive, ricamare,fare i servizi di casa,cucinare , prendersi cura della propria persona etc. Naturalmente tutto ciò può portare ad addormentarsi su di una poltrona o su di una sedia senza accorgersene.A volte può capitare di cambiare abitudini di vita, cambiare ambiente di vita, dormire meno e male nelle ore notturne. Tutto ciò, unito al sovrappeso, all'iniziale demenza , alla riduzione d'interesse per l'ambiente, può portare ad addormentarsi anche di frequente. Bisognerebbe vedere se lei conserva ancora qualche interesse per un'attività che amava prima e soprattutto se il sonno notturno è adeguato sia come qualità che come quantità.Con l'avanzare dell'età, tutti noi,purtroppo, "subiamo" dei cambiamenti è comunque necessario , se questi non sono pericolosi per la salute sia mentale che fisica, adattarsi e modificare il nostro stile di vita. Importante, questo vale a qualsiasi età, rimanere sempre attivi sia con il corpo e sia con la mente.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#2] dopo  
Dr. David Puggioni

24% attività
12% attualità
0% socialità
SELARGIUS (CA)
CARBONIA (SU)
SESTU (CA)
MONASTIR (SU)
IGLESIAS (SU)
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Naturalmente chiederei al curante di indagare su eventuali problemi di carattere internistico che possano giustifiucare questo calo di attenzione e di stato di veglia indagando su una possibile anemia, uno stato di distiroidismo, uno stato di dismetabolismo glicemico,problematiche di pertinenza epatica,una cattiva digestione, una eventuale revisione sui farmaci assunti dalla signora.
Dott.David Puggioni
Dr.David Puggioni

[#3] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Concordo pienamente con il collega, bisogna escludere questo tipo di problemi , anche se penso che il medico di medicina generale abbia già provveduto a suo tempo ad eseguire queste indagini. Cordiali saluti.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#4] dopo  
Utente 124XXX

Grazie mille sia al Dott.Pascucci che al Dott.Puggioni;farò presente alla mia famiglia le vostre risposte...Per ora posso solo dire che ho riscontrato che nel weekend,ossia quando non prende il gastroprotettore,ha una cattiva digestione...farò caso se il fenomeno è più frequente in certi giorni!
Vi ringrazio nuovamente!