Utente 188XXX
egregi Dottori,mia mamma ha 87 anni,da un paio di mesi ha iniziato ad avere un comportamento anomalo: l'abbiamo portata in ospedale poichè non riconosceva piu il luogo in cui vive,non si reggeve molto bene in piedi,mangiava pochissimo,faceva discorsi privi di senso,e confondeva l'età dei suoi nipoti ormai grandi cercandoli bambini.la mia richiesta è quella di sapere quale genere di esami dovremmo farle fare per avere un quadro clinico completo.Inoltre che medicinali potremmo darle per tenerla un po tranquilla,in quanto comincia graduatamente ad essere un po agrssiva. ringraziando anticipatamente rimango in attesa di una vostra diagnosi.

[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile signora,capisco la preoccupazione di una figlia nel vedere la propria madre con problemi cognitivi.Per prima cosa le consiglio una visita da uno specialista geriatra che inquadrerà complessivamente i problemi clinici di sua madre. Verranno svolte delle indagini strumentali:TC o RM per evidenziare aree di involuzione senile, ischemia e quent'altro. Il problema principale, in realtà quello più trattabile farmacologicamente (dopo un'attenta valutazione e scelta dei farmaci),è quello comportamentale,quello legato all'insonnia, alle eventuali alterazioni del ritmo sonno-veglia,al delirio, ma molto meno quello riguardante i deficit mnesici,lo svolgere gli atti della vita quotidiana ecc.La scelta della terapia farmacologica è mirata al problema o ai problemi subentranti e deve essere fatta da un geriatra, da un neurologo, da uno psichiatra.
Rimango a sua disposizione.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it