Utente 200XXX
Salve, mia nonna da qualche mese ha difficoltà a ricordare nomi, cose, difficoltà nel trovare parole per spiegarsi anche nelle cose più semplici. Preoccupate di questa situazione che ormai va avanti da agosto, io e mia madre (SUA FIGLIA)iniziamo a farle fare delle visite. (elenco in ordine)
- neurologo,in seguito ad una visita consiglia una TC cranio con m.d.c... (referto: non sono evidenti alterazioni TD metriche del parenchima cerebrale sicuramente riferibili a vasculopatia di data recente,nè falde extracelebrali.Minuti esiti lacunari nucleo capsulari bilateralmente.Piccoli depositi pseudocalcifici pallidali.Tenue ipodensità della sostanza bianca periventricolare per leucomalacia.Ampliamento atrofico degli spazi liquorali cisterno-corticali.Strutture mediane in asse.
- 2°visita neurologica dopo visita di un ora e mezza, prescrive una serie di esami(ematochimici,EEG,RM encefalo, ecocolordoppler TSA, test neuropsicologici, ECG. controllo neurologico.
- RM DEL CERVELLO E TRONCO ENCEFAL. (esito: esame seguito con la tecnica FLAIR,SE e FSE per sequenze pesate in T1,T2, E DP secondo piani assiali,sagittali e coronali. si rileva la presenza di alcune piccole lesioni focali,iperintense nelle sequenze a TRlungo, localizzate in corrispondenza della colonna radiata di dx e dei centri semiovali,su verosimile base vascolare ipossico-ischemica cronica.Ampliamento delle camere ventricolari,che risultano regolarmente in asse sulla linea mediana,simmetriche,con alone di leucomalacia periventricolare per ischemica cronica. Accentuazione atrofica degli spazi liquorali cisterno- corticali.

Siamo un po in ansia, non capendo nulla di tutta questa terminologia può dirci qualcosa? ringraziamo in anticipo attendiamo una risposta.. cordiali saluti L.C

[#1] dopo  
Dr. Salvatore Bartolotta

24% attività
0% attualità
12% socialità
CALTANISSETTA (CL)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gent. Sig.ra sarebbe sempre meglio rivolgersi per spiegazioni allo specialista che ha prescritto l'esame.


Semplificando moltissimo significa che il cervello di Sua nonna non è ben rifornito di sangue come dovrebbe.

Tale situazione ha determinato "le piccole lesioni focali".

E' un quadro che può essere considerato "quasi normale" nelle persone di una certa età.


Il Suo specialista di fiducia saprà usare le informazioni contenute negli esami diagnostici effettuati per elaborare una diagnosi.

Cordiali saluti
Dr. Salvatore Bartolotta