Utente 201XXX
Gent. Dott.

sono una signora di 65 anni da tempo in cura con NERIXIA e DI BASE 25.000, la moc del 2015 ha questi valori:

colonna t-score -0,55
femore collo -2,07
ward -0,93
G.T. . -1,32
T-score -2,1

mentre quella fatta ieri ha i seguenti risultati:

colonna T-score -0,8
collo del femore T-score -1,8
femore intero T-score -1,2

Dalle analisi risulta:

calcio totale 9,4
vitamina D 39
paratormone 18
TSH 1,37

Nella visita fatta in un centro osteoporosi in toscana, il medico mi avrebbe sospeso il neridronato dandomi DI BASE 25000 ogni 15 giorni.

Questa cura è in contrasto con quella del mio medico, che invece mi prescrive
CLASTEON 400 iniezioni ogni 15 giorni, e la vitamina D ogni mese.


A questo punto sono confusa e dubbiosa , un vostro consiglio mi sarebbe d'aiuto.

Cordiali saluti












Restano i latticini i formaggi stagionati e le mandorle.

Come vedete la differenza di cura è notevole per cui mi rivolgo a voi per un consiglio.

In attesa di un vostro riscontro gradite cordiali saluti






il dubbio è questo il mio medico mi consiglia di prendere clasteon 200 2 iniezioni al mese e la vitamina d, mentre una dottoressa che ho consultato in un centro per l'osteoporosi, perchè la cura su citata mi sembrava esagerata, mi ha prescritto assunzione di da base 25.000 ogni 15 giorni con la sospensione del neridronato.

La differenza di valutazione è tanta per cui sarei grata di un vostro consiglio

[#1] dopo  
Dr. Pietromarco Caviglia

20% attività
4% attualità
0% socialità
SAVONA (SV)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2012
Non è possibile confrontare i risultati numerici delle MOC che non siano eseguite con la stessa apparecchiatura e refertate dalla stessa equipe. Seppure con tali limiti, i dati che Lei riferisce dimostrano un miglioramento della densità ossea a livello del femore ed una minima riduzione di quella delle vertebre lombari; pertanto la terapia eseguita è stata efficace.
Da qui in poi proseguirei solo con la vitamina D (Dibase) perchè i sali dell'acido etidronico vanno usati per brevi periodi. Infatti l'osso che si forma sotto il loro effetto è più duro ma tende a bloccare il ricambio (apposizione e riassorbimento) fisiologico. E' il classico caso nel quale poco fa bene mentre troppo....
Ricordi anche: il raggiungimento/mantenimento di un peso corporeo adeguato alla propria taglia, l'abitudine ad una attività fisica quotidiana possibilmente all'aria aperta (benefici dei raggi ultravioletti sul metabolismo della vitamina D) ed il mantenimento di un tono muscolare che aiuti lo scheletro nel contrastare la forza di gravità. Cordialmente
Dr. Pietromarco Caviglia

[#2] dopo  
Utente 201XXX

Gent. Dott.


la ringrazio per non avermi cestinato, leggo che è d' accordo col medico del centro, quindi faro' quello che mi avete consigliato con tranquillità .
Ringraziandola cordiali saluti