Utente 216XXX

Buongiorno, vorrei chiedere un Vostro parere per mia madre.

Ora ha 86 anni e i suoi problemi sono questi:
ernia iatale per cui assume un farmaco antiacido
colesterolo lievemente alto (210-220)
Assume inoltre cardirene per prevenire eventuali trombosi e un Ace inibitore (non ricordo il nome) per tenere sotto controllo la pressione.

Da molti anni ha un problema di tosse secca che si acutizza in alcuni periodi, poi migliora per poi ripeggiorare. Ha eseguito indagini di ogni tipo (radiografia ai polmoni, visita pneumologica, otorinolaringoiatrica, cardiologica, gastroscopia). E' risultata sono l'ernia iatale. Ma la tosse è davvero persistente (lei dice che sarà la tosse ad ucciderla.....) e non si capisce l'origine.

Un mese fa è svenuta in giro, si è ripresa dopo pochi minuti. E' arrivata l'ambulanza, la pressione sanguigna è risultata bassa; ha rifiutato il trasporto in ospedale per accertamenti, ha firmato ed è tornata a casa.
Per sicurezza siamo tornati da un cardiologo e tutto è risultato a posto. Le ha consigliato un cerotto per la pressione, ma dopo due giorni l'ha tolto perchè si sentiva male. Il suo medico Le ha prescritto un altro farmaco per la pressione e nel giro di una settimana la tosse è diventata terribile. Leggendo il bugiardino ho scoperto che questi farmaci possono provocare la tosse secca e lei li prende da anni. Da 10 giorni su consiglio del suo medico l'ha sospeso ma la tosse è ancora molto forte.La pressione a volte è bassa a volte si alza (soprattutto quando si agita). Dovrebbe iniziare tra qualche giorno ad assumere un altro farmaco (mi pare si stratti di sartano) ma non vuole prendere neanche questo.

Cosa mi consigliate? Che altri accertamenti potrebbe fare? Tossisce continuamente, si sente stanchissima. Inoltre è una persona molto ansiosa spesso depressa. Cosa posso fare?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Pietromarco Caviglia

20% attività
4% attualità
0% socialità
SAVONA (SV)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2012
Uno degli effetti collaterali spiacevoli degli ACEi è la tosse....sono molto stupito che, a quanto pare, non abbiate provato a sospendere/sostituire questo antipertensivo con qualcos'altro di diversa classe...proverei senz'altro e mi faccia sapere. Mi scuso per la brevità...buona giornata. PmCaviglia.
Dr. Pietromarco Caviglia