Utente 320XXX
Buonasera,
ho partorito il mio primo figlio quasi 9mesi fa. Parto naturale senza epidurale, travaglio piuttosto lungo ma parto andato benissimo, 2 punti interni e 3 esterni. Nei 10 giorni successivi al parto ho avuto parecchio dolore a causa di un elevato gonfiore a livello delle grandi labbra, se stavo in piedi più di 5/10 minuti iniziavo ad avere senso di pesantezza a livello genitale e peggiorava il dolore. Dopo 3/4 settimane dal parto ho fatto la visita di controllo dal mio ginecologo di fiducia che ha detto che tutto era ok, punti ben riassorbiti e ferite rimarginate, mi ha prescritto la mini pillola e dato l'ok per la ripresa dei rapporti. Da allora però i rapporti sono un incubo: oltre alla secchezza ho un dolore piuttosto forte durante la penetrazione, il dolore è proprio in profondità (non so come spiegare) e ad ogni spinta è come se i muscoli vaginali si contraessero rendendo insopportabile ogni singolo movimento. Abbiamo provato olio lubrificante e diverse posizioni ma il dolore persiste, anche se a volte un po' più sopportabile. Non so se possa influire il livello psicologico (stanchezza, paura del dolore e quindi di lasciarmi andare, poco desiderio, paura che il bimbo si svegli), la pillola iniziata prima del ritorno del ciclo o se ci possa essere qualche problema dovuto al parto, ma mi imbarazza parlarne con il mio ginecologo. Grazie in anticipo per il vostro parere

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Vanno valutati eventuali esiti cicatriziali vulvo- vaginali della EPISIOTOMIA (taglietto) , se si è formato un piccolo ematoma vaginale non visibile all'esterno .
Tenga presente che la secchezza vaginale è sempre presente nel post partum per una condizione ormonale (allattamento , minipillola ecc) a cui si aggiunge la condizione psico- fisica che lei ha ben descritto.
In questo momento lei si sente più mamma che "amante".
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI