Utente 425XXX
Buon giorno, chiedo gentilmente un parere su un problema che mi sta preoccupando molto. Come si vede dalla mia precedente richiesta un anno fa ho avuto un problema con linfonodi reattivi ( verificati da 3-4 ecografie), malessere generale e molte visite mediche. Purtroppo il mio medico di base non è stato competente e non mi ha fatto fare gli esami giusti al momento giusto. Mi risultó un paio di mesi dopo toxoplasmosi e mononucleosi anticorpi molto alti non sappiamo se erano la causa. Dopo emocromi vari (dove tutto era ok, anche PCR e VES , tranne linfociti o neutrofili che a turno erano appena appena più alti), ecografie, tipizzazione linfocitaria e radiografie, dalla panoramica risultarono tre granulomi dentari che il mio dentista sta attualmente sistemando ma detta da lui non potevano essere la causa. Detto questo in un anno ho avuto febbricola che qualche volta verso mezzogiorno ma di solito solo la sera mi sale al Max a 37.2. Questa cosa mi ha portato ad una specie di depressione in quanto sono molto ipocondriaca tanto che ho fatto mesi e mesi di supporto psicologico. Premetto che la mia temperatura tende a stare altina e quando sto bene , la sera mi arriva a 36:6-36.8 ma sto bene. Ho notato però che nel post ciclo mi rientra nella normalità. Dal 14 o 19 esimo giorno circa il mio corpo entra in crisi, sono stanca, dormo molto, scotto sopratutto la testa e alla sera arrivo a 37.2. Ne parlai con il ginecologo e lui mi disse che poteva essere causato dall ovulazione ma non andò avanti con il discorso. Con lui pap test ed ecografia tutto nella norma, tiroide nella norma. Finito il ciclo mi "raffreddo" e ritorno attiva come prima. Voi cosa ne pensate? Aiutatemi vi prego. Può essere collegato? Se si , come posso affrontare 15 giorni normali a gli altri 15 in questa condizione? I rapporti sociali nel pre ciclo li ho eliminati, non esco praticamente perché ho 37.2! Il mio compagno dopo un anno di esami vari mi ha proibito di continuare a fare esami detta da lui inutili perché tutti i dottori mi dissero che non avevo niente. Sarò grata a chi vorrà darmi un consiglio grazie

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Forse parliamo di SINDROME PREMESTRUALE costituita da uno o più sintomi che si verificano nelle seconda metà del ciclo ovarico (dalla ovulazione in poi) .I sintomi somatici più frequenti sono :edema, aumento di peso, dolorabilità mammaria vampate di calore, mal di testa, cambiamenti delle abitudini intestinali e dolore pelvico. Tra i sintomi psicologici vi sono irritabilità, aggressività, tensione, ansia, depressione, letargia, insonnia, crisi di pianto, perdita di concentrazione , affaticamento e mal di testa.
La terapia va dall'assunzione della pillola all'uso dell'AGNOCASTO.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 425XXX

La ringrazio per la celere risposta.
Le chiedo.. mi hanno detto che il progesterone può alzare la temperatura corporea.. devo fare qualche esame per controllare la quantità e se si in che modo? Io non ho nessun altro sintomo fisico che lei ha scritto appunto nella sintomi premestruali a parte un po' L umore ballerino e queste due linee di febbre con accaldamento.
Il mio ciclo è sempre puntuale, breve di 3 giorni e raramente doloroso. Solo negli ultimi due-tre mesi L ho avuto per me abbondante di 5 giorni e mi sono spaventata.
Preciso che ho 37 anni, nessun figlio, mai preso pillola e non vorrei prenderla adesso perché entrò un anno o due vorremmo provare ad avere un figlio.
Grazie gentilissimo

[#3] dopo  
Utente 425XXX

... e vorrei aggiungere che lo scorso mese per la prima volta nel periodo premestruale ho avuto anche una strana "aritmia" cardiaca che mi ha spaventata non poco , e che non avevo mai avuto prima. è sparita con L arrivo del ciclo. Può essere collegata?
Grazie

[#4] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
io ho soltanto espresso un mio parere medico , poi sarà compito del suo curante confermare o meno la diagnosi , e di effettuare una eventuale terapia.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI