Utente 391XXX
Salve dottori, sono una ragazza di 26 anni che regolarmente effettua visite ginecologiche quindi non ho un vero e proprio problema fisico. È da 5 anni che sono fidanzata e in questi 5 anni ho sempre avuto rapporti sessuali con il mio ragazzo che mi provocano dolore. La penetrazione mi crea sempre fastidio e il dolore aumenta ogni volta che lui va più in profondità. Il fastidio e il dolore si affievoliscono dopo la fase iniziale permettendomi di vivere la mia intimità serenamente ma non del tutto perché in qualsiasi posizione io mi trovi è come se dovessi ricordarmi di non "esagerare" altrimenti mi faccio male. La cosa è frustrante perché il desiderio c'è ma non mi sento libera perché spesso a causa della stizza per il dolore/fastidio non riesco a provare piacere anche se fingo che vada tutto bene. Ho provato a parlare di questa cosa al mio ginecologo e lui mi dice che non c'è niente che non vada a parte l'utero retroverso che forse può creare fastidi e che probabilmente devo accettare il fatto che non tutti possiamo fare "acrobazie" o che forse la natura è stata "generosa" con il mio ragazzo e quindi io provo fastidio. Queste cose mi creano ancora più frustrazione perché il fastidio lo provo sempre, anche nelle posizioni più semplici e non c'è neanche un problema a livello psicologico perché sono molto innamorata e provo molto desiderio quindi spero possiate aiutarmi a capire dove sta il problema. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
E' importante escludere varie patologie dalla flogosi pelvica con aderenze , alla endometriosi , ad una infezione da CLAMIDIA (cervicite ) , ad una ipomobilità del corpo uterino per ligamenti rotondi ridotti di lunghezza.
Anche alterazioni vulvari : vulvodinia ? lichen vulvare?
Difficile una valutazione senza un riscontro obiettivo.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 391XXX

Gentile dott. Blasi, una di queste patilogie non sarebbe emersa con le transvaginali che ho fatto durante i controlli passati?

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Alcune NO. Vedi le infezioni (esecuzione di colture di tamponi vaginali e cervicali )
Come pure la stessa VULVODINIA.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI