Utente 108XXX
Salve, il problema riguarda mio figlio di dieci anni e mezzo. Un paio di anni fa notai che il labbro inferiore non si allineava con quello superiore tanto da risultare "storto" così lo portai dal dentista che gli fece mettere un apparecchio sottopalatale fisso per circa sei mesi in quanto mi disse che la linea mediana degli incisivi inferioro non si allieneava con quelli superiori (infatti) e che un lato del palato cresceva meno dell'altro. Ciò è stato fatto e quando ha tolto l'apparecchio ha detto che il problema era stato risolto. Ma a me non sembrava proprio così perchè la linea mediana degli incisivi continuava a non essere allineata e poi, cosa molto strana, quando mi capitava di vedere mio figlio allo specchio si notava un lato della mandibola molto più lungo e sviluppato dell'altro (come se un lato del mento fosse cresciuto e un altro no).
Così ho deciso di portare mio figlio da un altro dentista dato che il precedente non mi aveva soddisfatto (soprattutto perchè mi aveva detto che il problema era stato risolto ed in effetti continuva a permanere o meglio forse lo aveva risolto solo in parte). L'altro dentista gli ha fato portare un apparecchio sottopalatale mobile per circa sei mesi per cercare di allineare la linea mediana. Ma io nonostante ciò continuavo avedere una lato del mento crescere in modo più evidente, più lungo e più pronunciato dell'altro. Il dentista mi diceva che non era così e che una volta che i denti si sarebbero allineati il problema si sarebbe risolto.
Così ho deciso di consultare da sola le radiografie che nel frattempo mi avevano fatto fare a mio figlio (In tutto 3) e ho notato che il problema riguardava non solo il mancato allineamento, ma anche l'osso della mandibola. In effetti l'osso del lato della mandibola che a me sembrava crescere di più era più spesso in millimetri, mentre l'osso dell'altro lato della mandibola era più sottile. Per evitare che avessi preso una svista dato che non sono un'esperta in materia ho finalmente contattato un dottore specializzato in gnatologia cosa che mi è costato spostarmi diversi chilometri dalla mia città e fare frequenti discussioni con mio marito che dice che sono una visionaria.
Il consulto ha dato l'esito che avevo previsto: asimmetri degli incisivi e asimmetria mandibolare dovuta ad una diversa crescita dell'osso (più spessa da un lato e meno dall'altra). Ora mio figlio intraprenderà un nuovo percorso. Il dottore gli metterà un nuovo apparecchio.
Una cosa ancora non mi spiego e alla quale non ho avuto ancora una spiegazione chiara: perchè se guardo mio figlio di faccia o guardando le foto che il dottore gli ha fatto, tale asimmetria non risulta così evidente come quando lo guardo allo specchio? Cioè, perchè quando lo guardo allo specchio sembra che la asimmetria è molto molto più pronunciata rispetto a quando lo guardo di faccia o guardo una sua foto di faccia? L'apparecchio risolverà il problema della crescita differente dell'osso?
Ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, una mandibola posizionata per 10 anni in laterodeviazione , é necessariamente asimmetrica. Il trattamento dell'arcata superiore é corretto, ma dovrebbe associarsi al contestuale trattamento della postura mandibolare , oltre che della situazione dentaria, dell'arcata inferiore.
In questi casi mi aspetterei anche qualche problema all'orecchio e la presenza di mal di testa.
Suo figlio ha un'età in cui si potranno sfruttare ancora le potenzialità di crescita della mandibola: se la cosa avrà adeguato trattamento, tutta o parte dell'asimmetria potrà normalizzarsi.
Le foto possono ingannare, perché il bambino può assumere un atteggiamento posturale con la mandibola che "maschera" la situazione.
Anche se difendo sempre sindacalmente i papà, stavolta la mamma.....ha ragione!
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 108XXX

Gentilissimo dottore,
la ringrazio infinitamente per aver preso in considerazione la mia mail e per avermi dato la speranza che ancora qualcosa può essere fatto.
Un'altra domanda avrei da porle: come faccio ora ad essere sicura (data la mia esperienza passata) che il percorso che ora mio figlio sta intraprendendo sia finalmente quello giusto? Cioè, cosa dovrebbe fare in linea di massima il nuovo dottore affinchè io sappia che si sta iniziando un trattamento adeguato?
La ringrazio anticipatamente.

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Signora, le ho risposto in termini generali, gli unici possibili con un consulto via rete. Per dire di più sarebbe necessario poter vedere direttamente il caso.
Mi spiace. Cordiali saluti ed auguri.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#4] dopo  
Utente 108XXX

Grazie