Utente 430XXX
Salve a tutti.
Sono un ragazzo di 22 anni,studente universitario. Da sempre convivo con problematiche posturali,quali scoliosi,iperlordosi,ecc.
Da qualche anno sto indossando dei plantari correttivi e facendo ginnastica posturale e devo ammettere che mi sono trovato bene.Non ho mai sofferto di dolori particolarmente fastidiosi.Almeno,fino a qualche mese fa.
Cercherò di essere sintetico e chiaro:
a partire dal novembre dell'anno passato,ho cominciato a svegliarmi la mattina con una strana sensazione di stanchezza e difficoltà a concentrarmi.Nulla di così tangibile da farmi preoccupare.Questa situazione però è andata progressivamente a peggiorare e da febbraio mi ritrovo in condizioni insopportabili.
Mi risveglio al mattino con un forte senso di stordimento e dolore alle zone cervicale e temporale.Questo dolore può estendersi talvolta anche alla schiena e ad alcuni muscoli facciali.Avverto anche un senso di irrigidimento della mandibola.Ho difficoltà a mantenere dritta la testa,che tende piuttosto ad inclinarsi all'indietro. Il dolore è molto variabile e spesso aumenta dopo i pasti,la sensazione di indolenzimento non mi abbandona mai.Anche nelle giornate in cui mi sento un pò meglio,mi basta poggiare la testa per ricominciare a stare male e avvertire un evidente fastidio alla nuca.Ho un senso di ovattamento alle orecchie e mi sento spesso spossato,mi stanco facilmente.Da un po' di tempo mi capita di sentire un fischio all'orecchio sinistro,ma raramente.
Ho effettuato numerosi esami e visite,ma ancora non ho individuato bene il problema.Il mio posturologo non ha saputo aiutarmi e mi ha consigliato altri specialisti e una rmn cervicale,il cui esito è stato negativo.Sono passato da uno osteopata,che dopo poche sedute mi ha inidirizzato da un odontoiatra (non uno specialista in gnatologia) sedicente esperto di problematiche posturali.A parer suo,i miei dolori deriverebbero da una malocclusione. Sennonché altri specialisti,fra cui uno gnatologo vero e proprio,hanno escluso questa eventualità.L'ultimo gnatologo da cui sono stato sospettava un semplice problema di bruxismo,risolvibile con un bite morbido.Che dire,il bite lo porto da un mese.Anche di giorno.Ma non ho riscontrato un netto miglioramento,forse sto lievemente meglio.Per scongiurare problematiche più gravi,mi sono rivolto ad un neuorologo e ho fatto
una rmn all'encefalo con mezzo di contrasto.Anche in questo caso,per fortuna,non sono stati riscontrati danni.
Tuttavia,il referto del radiologo evidenzia una "ipertrofia del turbinato nasale inferiore di sinistra" e una "centimetrica cisti mucosa da ritenzione del pavimento del seno mascellare sinistro".
A questo punto non so più cosa mi rimane da fare.Ho ancora il sospetto della malocclusione,anche se quasi tutti i dottori (eccetto uno,neanche specialista credo) non l'hanno presa in considerazione.
Possono l'ipertrofia del turbinato e la cisti mucosa essere la causa dei miei problemi?Secondo il mio neurologo,no.
Grazie per la disponibilità.

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Se è stato consultato giustamente lo gnatologo ,saranno state valutate le problematiche occluso-posturali riferite.
Consideri che i muscoli che regolano movimenti mandibolari
sono collegati in una sorta di catena cinematica con i muscoli
del capo,del collo,della schiena ecc.,per cui un problema di origine
dalla bocca può dare sintomi in altri distretti(sintomi "discendenti") e viceversa
problemi afferenti da distretti periferici
(piedi,anca,ecc)possono dare sintomi ai distretti cranio-cervico-mandibolari.
Tale approccio puo' essere fatto dallo gnatologo anche con
test kinesiologici,con l'aiuto di una pedana stabilometrica ecc.
Una volta indirizzati verso una DCCM (disordine cranio-cervico-mandibolare) è anche opportuno a completamento eseguire una "cinerisonanza" ATM.
A questo punto il trattamento prevede
l'uso di placche( non "morbide" in caso di accertato bruxismo")
e successivamente una stabilizzazione occlusale eventualmente
ortodontica in caso di malocclusione( sapra ' certamente
se ha ho meno un affollamento dentale oppure una protrusione
mascellare ,un "morso aperto" o " profondo"(open bite o deep bite)ecc.
E poi siamo sicuri che la dismetria degli arti per cui
ha le "solette" alle scarpe non dipendano da una DCCM?
Ipertrofia dei turbinati e cisti da ritenzione non sono da relazionare con la sintomatologia riferita.
Il consiglio è una rivalutazione gnatologica secondo un criterio
logico,consultando anche uno specialista in ortodonzia.
Purtroppo in Italia non esiste una specializzazione in gnatologia
e questa (premesso che dovrebbe essere un bagaglio tecnico
di ogni dentista)la si consegue solo sottoforma di master o
corso di perfezionamento.
Mi tenga al corrente.
Cordiali saluti


https://it.linkedin.com/in/luigi-de-socio-9bb60343
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 430XXX

La ringrazio vivamente per il suo parere,dottore.Anche io stavo pensando di effettuare almeno un'altra visita gnatologica, per avere le idee più chiare.
I diversi odontoiatri o gnatologi che mi hanno visitato hanno adottato approcci piuttosto differenti. Soltanto uno di loro ha pensato di fare dei test fisici. Gli altri hanno solo fatto un esame approfondito della bocca e della parte muscolo-scheletrica direttamente connessa ad essa. Ad esempio non ho mai effettuato dei test con la pedana stabilometrica. Proseguirò con tutte le visite necessarie e le farò sapere. Grazie ancora per la disponibilità.