Utente 169XXX
Gentili Dottori,

una decina di giorni fa, ho avuto un rapporto protetto con una prostituta in un club (casa chiusa) in spagna, quindi in un posto dove l'attività è legalizzata.
Prima del rapporto lei mi ha lavato il pene con sapone e lei a sua volta si è lavata le sue parti intime, poi mi ha infilato il preservativo e mi ha prima praticato del sesso orale e poi abbiamo avuto un breve rapporto, tutto protetto da preservativo. Al termine del rapporto lei mi ha tolto il preservativo (anche se non immediatamente, ma quasi) e successivamente ci siamo scambiati un bacio molto veloce e le ho appena toccato la vagina esternamente. Poi lei si è fumata una canna, e io non l'ho accettata.
Infine mi ha fatto una massaggio alla schiena con dell'olio.
La mia paura è sorta qualche giorno dopo, probabilmente preso dall'ansia mi sono accorto di avere due graffietti di 1-2 mm sulla mano che non ricordo se li avevo anche precedentemente al rapporto o è una cosa di giorni dopo. Inoltre, forse preso dalla vergogna e dai sensi di colpa ho iniziato ad avere paura.
Ora, sebbene mi rendo conto che essendo la professione regolamentata, le ragazze dovrebbero essere sottoposte a controlli periodici e che il rapporto è stato protetto, sono preso dall'ansia.

Secondo voi ci sono le condizioni per considerare il rapporto a rischio anche se protetto?
è necessario eseguire un test? se si dopo quanto tempo ha senso eseguirlo? ho letto che alcuni test possono essere eseguiti dopo 22 gg, sarebbe possibile farli?

Scusate il disturbo e grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Non c'è nessun rischio , il rapporto è stato protetto, stia tranquillo non necessitano tests
Un saluto

A. Baraldi