Utente 284XXX

Mi è capitato di bere un bicchiere di acqua del rubinetto e subito dopo mi sono preoccupata perchè pur essendo potabile, non so fino a che punto sia esente da batteri o da altre sostanze nocive. Vedendo i rubinetti di casa, per esempio, noto che hanno tracce di calcare. Le chiedo, allora, come si può definire potabile l'acqua del rubinetto e se non sia opportuno continuare a bere quella in bottiglia. Grazie per la risposta.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
<<non so fino a che punto sia esente da batteri o da altre sostanze nocive>>

A tal proposito esistono precise norme legislative (direttive europee e leggi dello stato) oltre che organi deputati al controllo.
Vi è duplice controllo: interno da parte del gestore che periodicamente verifica la potabilita' dell'acqua, esterno tramite controlli analitici eseguiti dall'ASL competente.

Resta ferma la possibilità dell'utente di richiedere un controllo della potabilità.

Prego
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it