Utente 254XXX
Oggi mio fratello e mia cognata hanno portato da una pediatra il loro bambino, che compirà un anno fra una ventina di giorni.
Finora mia cognata ha rifiutato di vaccinarlo. Ha letto i testi di un pediatra che sconsiglia determinate vaccinazioni (come la trivalente o l'esavalente) e sostiene che le vaccinazioni obbligatorie per difterite, tetano, poliomelite ecc ecc sia meglio farle dopo il secondo anno di età, e comunque mai prima dell'anno.
La pediatra consultata ha avallato questa tesi.
Anche la pediatra dell'Asl che segue mio nipote dalla nascita non ha mai preso una posizione chiara al riguardo, lasciando ai genitori la responsabilità di decidere se vaccinarlo e quando.
Domando: visto che le linee guide del SSN stabiliscono determinate vaccinazioni già a partire dai 3 mesi, com'è possibile che dei medici possano dire certe cose? Esistono degli studi che suggeriscano l'opportunità di vaccinare dopo 1 o 2 anni? Grazie e buona serata!

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
non esiste alcuno studio serio sui danni delle vaccinazioni obbligatorie.
Esistono altresì studi ed evidenze sui benefici per il bambino e per i contatti derivanti dalle vaccinazioni prescritte dalla legge.
I medici che hanno disatteso l'obbligo di legge vanno segnalati all'Autorità Giudiziaria e all'Ordine di appartenenza.
E' un fatto gravissimo.
Saluti,
Dr. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 254XXX

Grazie della risposta e buona giornata.