Utente 166XXX

Gentile dottori, vi scrivo in merito a un panico che ho nell'ultimo periodo!

Ho avuto un rapporto protetto del preservativo con un ragazzo il quale mi ha dichiarato di aver controllato a fine rapporto che il preservativo fosse integro e lo era.

15 giorni dopo ho avuto mal di gola con linfonodi ingrossati cosa che non mi è passata neanche con l'antibiotico (il mal di gola va e viene i linfonodi del collo sono sempre gonfi secondo me!) il medico dice che non ho linfonodi gonfi nelle altre sedi.

Nello stesso periodo avevo fatto le analisi del sangue (le faccio ogni anno per controlli) e ora sono arrivati i risultati e ho una leggerissima linfocitopenia linfociti in %: 21.2 (val riferimento22-44) e però sono coretti in miglia/mcl sono 1.9 (val di riferimento 1-4,8) sono in panico per un eventuale contagio hiv.

Possono essere sintomi di sindrome retrovirale acuta? io ho usato il preservativo e quindi non mi ero preoccupata, però ora sono in panico. Avevo fatto un mese prima delle analisi del sangue una cura di antibiotico per tonsillite con febbre e placche e preso oki a volontà, può essere correlato a linfocitopenia? Tutti gli altri valori sono corretti!

Andrò dal medico il prima possibile in ogni caso, ma non riesco a parlare con lui dei miei dubbi. cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
direi banale farigo -laringite curata non in maniera adeuguata o altro, ma certo non sindrome retrovirale acuta!! Non legga il web per quanto riguarda queste cose, il 90% sono delle corbellerie! In genere si tratta di notizie prive di controllo, se non in pochissimi siti (MI è uno di quelli)
Peraltro, se le cose si sono svolta come dice, non mi pare abbia tenuto un comportamento a rischio.


saluti
Luigi Mocci MD

[#2] dopo  
Utente 166XXX

la ringrazio per la risposta molto rapida e esaustiva. Lei ha ragione che per queste cose non sarebbe bene consultare il web però a volte il panico è tanto e si cercano notizie positive e in realtà si peggiora la situazione. appena il mio medico farà ritorno andrò a parlarne con lui. nel frattempo come devo comportarmi? è normale che nella mia situazione ci sia una linfocitopenia in % e non in assoluto? in più il valore e veramente poco "sballato" dal range di riferimento, può essere una semplice variazione fisiologica?io sapevo che in realtà in seguito a infezioni virali o batteriche i linfociti sarebbero dovuti aumentare, non diminuire!sbaglio?mi scuso per le paranoie probabilemte infondate ma sulla salute non si scherza e in queste cose sono molto attenta,ma ogni tanto i dubbi vengono lo stesso!