Utente 820XXX
Salve,
mia figlia di anni 24, a seguito della comparsa di alcune macchie prima ad un piede poi all'altro ed alla bocca, fastidi che inizialmente pensavamo contratte al mare, infatti il medico curante, diagnosticando una micosi, per otto giorni ha seguito una terapia antimicotica, ma non avendo ottenuto risultati ha consigliato una visita dermatologica; lo specialista, a seguito della visita ha ritenuto opportuno, prima della prescrizione di terapie, far sottoporre ad alcuni specifici esami di laboratorio per valutare meglio l'origine dell'infezione, prescrivendole anche la VDRL, il cui esito, anche più volte ripetuto, ha dato esito POSITIVO. Siamo in attesa del completamento dei dovuti esami di laboratorio di conferma (FTA...).
Gradirei sapere se questa malattia, anche se curata, scompare completamente o possono esserci delle recidive e se essa potrà dare problemi anche dopo il matrimonio o alle eventuali gravidanze.
In attesa, ringraziando, porgo distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
anzitutto la VDRL positiva di per sè non ha alcun significato. Bisognerebbe vedere quanto positiva (utile il metodo semiquantitativo o la titolazione poi vedere anche gli altri due esami fondamentali: FTA abs (o Ab anti treponema) e TPHA con relative titolazioni. Solo allora, si potrà fare uuna diagnosi di lue e dello stadio in cui è. Una volta curata, la lue non c'è più, punto e basta, si è guariti. E' pur vero che, nel sangue, si vedrà sempre un debiole movimento anticorpale, che indicherà cjhe, in passato si è avuta questa problematica. Proprio per questomotivo vine chiamata "cicatrice sierologica"

saluti
Luigi Mocci MD