Utente 189XXX
Gentilissimi medici
vorrei un parere su quanto mi è capitato:

Circa dieci giorni fa ho avuto un rapporto sessuale protetto per quanto riguarda la penetrazione, ma non protetto per quanto riguarda la fellatio che mi è stata fatta. Quattro giorni fa il partner di quel rapporto sessuale (con cui ho avuto solo questo rapporto) mi ha informato di essere risultato positivo al test della sifilide.
Ho fatto subito l'esame di cui attendo il risultato, ora chiedo a voi se non sarebbe il caso di procendere comunque nell'attesa con una terapia a base di pennicilina , visto che il contatto (anche se limitato al solo rapporto orale) è avvenuto certamente?

Vi ringrazio

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
io aspetterei prima la positivizzazione dei test che ha effettuato e in caso di negatività li ripeterei a 30gg e poi a 60gg.
Se negativi non occorrerà fare alcuna terapia.
Se positivi, data la storia anamnestica potrà, sotto la supervisione di un infettivologo, praticare immediatamente la terapia con Benzil Penicillina Benzatinica, a dosaggi adeguati al suo stadio primario, e ottenere la guarigione definitiva.

Meglio non falsare il quadro sierologico con una terapia precoce che non migliora la prognosi, peraltro ottima.

Saluti.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 189XXX

La ringrazio
in effetti è la stessa cosa che mi hanno detto al centro MTS nonostante la mia insistenza a farmi "trattare" prima degli esiti. A suo avviso il rischio corso è alto?
Cari saluti