Utente 400XXX
buona sera a tutti,
sono un uomo siero positivo da circa anni, in cura, con viremia soppressa e in salute direi visto che i cd4 sono in buon numero.

ho letto molte cose su internet e sono confuso.

ho conosciuto una persona che dopo circa 3 anni di cura ha ripetuto il test e risulta siero negativo.

nella mia ignoranza so che gli antiretrovirali non portano a tale miracolo.
eppure leggendo su internet ho letto diverse cose a riguardo.

ho un paio di domande:

1) c'è una seppur recondita possibilità che anche io mi possa essere negativizzato ed essere tornato una persona sana?

2) esiste al momento qualche trial sperimentale a cui parteciperei volentieri pure di togliermi questa croce di dosso?

grazie in anticipo

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
ci sono casi che per una mutazione genetica dei linfociti non possono infettarsi con l'HIV. Sono rari e sono studiati per eventuali approcci terapeutici.
Una volta che si è contratto il virus e si sono elaborati gli anticorpi, non neutralizzanti, è possibile azzerare la viremia con la terapia adeguata e mantenerla tale.
E' possibile "negativizzare" il dosaggio dell'HIV RNA quali - quantitativo.
E' anche - forse possibile - una clearance virale definitiva non farmaco indotta ( mi pare che sia descritto un caso in letteratura)
Non è possibile ritornare tuttavia allo stato sierologico di HIV negatività.
Concretamente, devo darle poche speranze in tal senso: ma con una terapia adeguata lei sa di avere una spettanza di vita sostanzialmente uguale a quella di un soggetto non HIV positivo.
In bocca al lupo!!
Dr. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 400XXX

innanzi tutto dottore grazie per la risposta
ma non riesco a capire una cosa. se io non ho più viremia
dovrei tecnicamente essere guarito.
cioè se vado a rifare il test hiv ora darà positivo o negati?

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
La viremia azzerata purtroppo lo è per inibizione della replicazione virale che è prodotta dal coktail di farmaci che assume.
Non per eliminazione definitiva del virus del virus.
Non si tratta di guarigione ma di uno stato di soppressione della replicazione virale, sotto il Cutoff degli apparecchi che misurano la carica virale, che le permette di vivere bene e di evitare il deterioramento progressivo del sistema immunitario.
Se dovesse sospedere la terapia, la viremia dopo una fase di latenza tornerebbe a innalzarsi.
Il suo test HIV resterà positivo per tutta la sua vita.
Saluti e in bocca al lupo,
Dr. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.