Utente 422XXX
Salve,

A metà maggio ho avuto un rapporto con una prostituta di colore ... Mi ja messo il preservativo nel verso sbagliato appoggiandoci la bocca sopra poi l ha rigirato e messo nel verso giusto e dopo abbiamo avuto un rapporto completo. Il 1 agosto mi è uscita un afta dolorosissima che è durata una settimana circa , premetto che non ho mai sofferto di afte. In seguito allo scomparire della prima se ne sono formate una dopo l altra altre 5..ho cominciato la terapia con le vitamine e non sono comparse piu ma ora verso fine agosto ssnto sempre giramenti di testa e mi sento molto debole... Inoltre stamattina mi sono svegliato con la lingua bianca... Ho molta paura di essermi beccato l HIV perche questa cosa va avanti da un mese ormai

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
io faccio una premessa a Lei sperando che la leggano in molti.
Quando si sceglie di andare da una prostituta, se si ha un Q.I. normale si sa perfettamente che si farà sesso con una donna che guadagna facendo sesso con chi glielo chiede, senza fare la "schizzinosa" e si sa benissimo che si può andare incontro a rischi di MST più o meno gravi. Dunque si sceglie scientemente di avere un orgasmo, pagando e rischiando. E lo dico io che non sono un bacchettone ma rispettoso della libertà di scelta.
Ma tanto premesso, perchè dopo vi fate venire l'ansia del preservativo bucato, di quanto sia pericolosa una fellatio ricevuta, che il profilattico prima di essere indossato sia stato manipolato dalla "operatrice" con le mani sporche di secrezioni vaginali...e mi fermo per amore di sintesi?
Per non parlare delle sindromi da presunta sieroconversione che dopo una settimana compaiono nel 95% dei "pentiti".
O andate a donne, indossate correttamente il preservativo e siete coscienti che non protegge da tutte le MST o masturbatevi così risparmiate soldi, angosce e masturbazioni mentali.
Quale è la sua domanda? Se può aver preso l'HIV?
Con certezza, afte o non afte, glielo potrà dire solo un test HIV I/II di quarta generazione con ricerca della p24 a 30 gg e poi definitivamente a 90gg.
Per la sifilide la sierologia è già praticabile a 60gg (VDRL/TPHA) ma può essere procastinata al prelievo a 90gg per chi ha paura di fare tre prelievi.
Il resto è discutere sul sesso degli Angeli, come fecero a Bisanzio i teologi, incuranti che i Turchi avanzavano e avrebbero espugnato Costantinopoli nel 1453 imponendo la religione Islamica.
Saluti Cordiali,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 422XXX

So bene che occorre il test... Volevo sapere dei pareri... Comunque una domanda tecnica la vorrei porre... Sto provando a telefonare il numero verde aids regionale con la voce attivo 24h su 24 da guorni e non mi hanno mai risposto... Volrvo sapere : per fare il test devo seguire un iter come ad esempio il digiuno al giorno prima?

[#3] dopo  
Utente 422XXX

Inoltre voldvo sapere se con i tempi (maggio rapporto) ( agosto primi sintomi ) potevano essere correlate le cose...

[#4] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Il test va fatto a digiuno.
Come tutti gli esami ematochimici. Farà colazione dopo, al bar.
Le ho già detto che sulle afte non posso esprimermi e non capisco che correlazione cerca. Se non ha fatto cunnilingus, come spero, non possono essere sifilomi primari buccali.
Faccia il test a 90gg e sarà tranquillo.
Arrivederci.
Dott. Caldarola,
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#5] dopo  
Utente 422XXX

Ho effettuato il test in un centro privato ... Sono appena andato a ritirare il risultato . Test Hiv metodo cmia NON REATTIVO . Posso stare tranquillo?

[#6] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Non reattivo equivale a NEGATIVO.
Quindi DEVE stare tranquillo!!
Buona giornata,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#7] dopo  
Utente 422XXX

La ringrazio per la disponibilità dottore . Le auguro buona giornata .

[#8] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Anche a lei!
Vincenzo Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.