Utente 192XXX
Titolo: Durata trattamento VALACICLOVIR per fuoco di Sant' Antonio
Testo:
Gentili dottori, sono un giovane di quasi 36 anni a cui è stato diagnosticato un Herpes Zoster circa una settimana fa e, se fosse possibile, vorrei avere il vostro parere circa una cura che sto seguendo da sei giorni.
Innanzitutto specifico qui di seguito la terapia: TALAVIR 1000 mg (3 cp die), ZOVIRAX crema ( un'applicazione ogni 4 ore, 5 volte die), BECOZYM vit. B (3 cp die).
Le manifestazioni a carico della cute comprendono dolore, parestesie, formicolii e notevole ipersensibilità della pelle a livello del tronco e gamba sinistri. Dopo sei giorni di trattamento la situazione è leggermente migliorata, la notte dormo meglio e i dolori non sono cosi' lancinanti come all'inizio.
Inizialmente lo specialista mi aveva prescritto il Talavir per 7 giorni. Oggi, però, mi dice che nel caso volessi proseguire per altri 3 giorni (per un totale di 10) non ci sarebbe nessun problema. E' PROPRIO SU QUESTO PUNTO CHE VORREI UNA VOSTRA OPINIONE. IL VALACICLOVIR 1000 MG, 3CP DIE SI PUO' UTILIZZARE PER 10 GIORNI CONSECUTIVI O PRESENTA DELLE CONTROINDICAZIONI IN UN SOGGETTO SOSTANZIALMENTE SANO?
Inoltre mi chiedo: IL FOGLIETTO INDICA IN GIORNI 7 LA DURATA DEL TRATTAMENTO PER IL VIRUS DELL' HERPES ZOSTER. Domando: IL DISCORSO DEI 7 GIORNI VALE ANCHE SE LA SINTOMATOLOGIA DOLOROSA NON E' TERMINATA E LE BOLLE NON SI SONO ANCORA TRASFORMATE IN CROSTICINE? So che, ad esempio, una terapia antibiotica va protratta per un periodo tale da fare in modo che la sospensione precoce non "rafforzi" la presenza batterica e quindi essere controproducente. SI PUO' DIRE LO STESSO PER UN FARMACO ANTIVIRALE?
Ci tengo a specificare le ragioni delle mie particolari domande: sono affetto da una patologia genetica (sindrome di Ehlers Danlos) che mi comporta tra gli altri anche allodinie, parestesie, dolori di tipo neuropatico ... Vorrei evitare, dunque, che si instaurasse una nevralgia post erpetica che si sovrapponesse alla mia patologia di base (per quanto so che una condizione del genere è più probabile in persone ultra sessantenni).
Vi ringrazio molto per l'attenzione e la pazienza; porgo cordiali saluti.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
E' proprio per scongiurare il rischio della nevralgia post -Herpetica che il Collega, di cui condivido il consiglio, le ha detto di fare terapia per 10 gg.
Il Valaciclovir è un farmaco ottimamente tollerato, di provata efficacia e privo di effetti collaterali.
Il discorso della resistenza virale è analogo ma non completamente a quello della resistenza batterica.
Faccia i dieci giorni, come le ha detto il Neurologo, e vedrà che tutto si risolverà per il meglio.

Buona domenica.
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 192XXX

Grazie mille per la risposta così veloce; è stato chiarissimo! Farò come dice.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Bene, può informarmi se vuole.

Buona serata,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.