Utente 463XXX
Salve a tutti Dottori e buon pomeriggio!
Mio fratello ha 15 anni (pesa circa 40 kg) ed ha contratto la varicella da mia sorella. Oggi è il quarto giorno ed ha tantissime pustole soprattutto in viso, schiena e pancia in quanto si è rivelata una forma cutanea parecchio aggressiva. Per i primi tre giorni ha avuto la febbre (38/38,5) ed oggi è senza febbre. Il medico di base non ha pescritto l'aciclovir perché ha detto che preferiva aspettare e vedere oggi come andava con la febbre per evitare di bombardarlo con l'antivirale. Vorrei sapere da voi se è stato corretto non agire con l'antivirale.
Cordiali Saluti e Vi ringrazio per l'attenzione.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
ovviamente questo è il mio parere.
E' stata una grave negligenza non somministrare l'Aciclovir alle prime avvisaglie della Varicella per due motivi:
1) questo farmaco non è una bomba atomica ed è tanto sicuro e tollerato da potersi definire realmente innocuo.
2) Evitando la somministrazione precocissima (800 mg ogni 4 ore per 4 volte al giorno omettendo la dose notturna) suo fratello ha avuto una eruzione cutanea molto intensa e non è stato protetto dalle complicanze che la varicella può provocare nei soggetti dopo la pubertà, a differenza di ciò che accade nei bambini.
Attualmente la somministrazione dell'Aciclovir servirebbe a nulla, anche se avesse ancora la febbre tranne che se si presentasse una complicanza varicellosa in cui andrebbe somministrato per via EV in ospedale.
Tuttavia la apiressia è molto incoraggiante perchè fa pensare che la replicazione virale si sia arrestata e che suo fratello si avvii alla guarigione senza complicanze.
In conclusione il suo medico ha fatto correre al paziente un rischio inutile. Diciamo che tutto è bene ciò che finisce bene e stendiamo un velo pietoso su tutto il resto.
Che almeno il curante si degni di venire a vedere il Paziente a casa: questo non nuoce a nessuno.
Cari saluti.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 463XXX

Salve Dottore e grazie per l'interessamento!
Infatti a me è parso strano in quanto a mia sorella con la stessa forma di varicella ma febbre più alta è stato prescritto l'aciclovir (da un diverso medico curante.) Ho solo una domanda:l'aciclovir quindi serve per bloccare la replicazione del virus ed evitare complicanze oppure influenza anche il decorso della malattia, velocizzando la guarigione? Comunque oggi è stato senza febbre e pare che le pustole si stiano trasformando in croste.
Cordiali saluti La ringrazio

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
Aciclovir blocca la replicazione del VZV e quindi rende la malattia più mite, più breve e previene le complicanze.
E poi è del tutto innocuo.
Comunque stia tranquilla: il fratello guarirà. Non gli faccia staccare le croste se no rimangono antiestetiche cicatrici.
Devono cadere da sole.
Cari saluti,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.