Utente 425XXX
Salve a tutti,
a settembre del 2013 ho avuto un rapporto a rischio e dopo un anno mi sono accorto di essere positivo alla sifilide (nessun sintomo specifico). I valori iniziali erano: treponema pall.antic.TPHA positiva tit. 1:2560; treponema pall.antic.VDRL >10.
Dopo 2 iniezioni fatte a settembre 2014 e, sotto consiglio di un altro medico, altre 12 fatte a settembre 2015, i miei valori si sono stabilizzati in TPHA 1:320 mentre vdrl oscilla tra la negatività e 1:2 (dicembre 2015 1:2, aprile 2016 negativo, maggio 2016 1:2).
Secondo il mio medico è tutto sotto controllo, io però non capisco se effettivamente la malattia c'è e sopratutto se sono contagioso.
Vi ringrazio in anticipo.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Sarebbe bene che lei specificasse che tipo di penicillina ha fatto in 12 fiale.
Se trattasi di benzil penicillina benzatina credo che sia stata una terapia molto robusta a cui nessun treponema sia potuto sfuggire.

La sua VDRL pari a 1:2 può considerarsi negativa.
Il TPHA non va considerato nel follow up perchè resta come cicatrice immunitaria.
Utile anzi molto utile l'esecuzione di un FTA ABS IgM+IgG, in soldoni la ricerca di anticorpi contro il treponema.
L'assenza di IgM sarebbe un altro tassello a conferma della sua guarigione.
Utilissima una visita da un Infettivologo o da un Dermosifilopata, con tutto il rispetto per il suo Curante.
Faccia sapere, se vuole.
Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 425XXX

Si, le iniezioni erano di Benzilpenicillina Benzatinica 1.200.000 U.I./2,5 ml
Quel tipo di analisi le ho fatte dopo le prima due iniezioni nel 2014 e le IgM risultarono subito negative.
Ho cambiato davvero diversi medici in diverse città, tutti mi hanno detto che la situazione è sotto controllo e che devo fare analisi ogni tre/quattro mesi ma nessuno mi aveva mai specifico se potrei ancora contagiare la malattia.
La ringrazio infinitamente.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Immagino come si siano ridotti i suoi glutei dopo 12 penicilline....
:-)
Se non ha lesioni di alcun genere la malattia non è trasmissibile.
In ogni caso io rivaluterei adesso gli anticorpi specifici IgM ed IgG anti treponema.
Un basso livello anticorpale IgG e una negatività delle IgM sarebbero la prova che la sua sifilide è guarita.
D'altro canto segua chi l'ha in cura.
Nella sua città può andare a visita dal Prof. lospalluti, o dal prof. Angelini che da poco sono in pensione ed esercitano privatamente. E che sono degli ottimi dermatologi, già universitari.
Oppure dalla dalla Prof.ssa Caterina Foti, attuale direttore della Clinica dermatologica.
Oppure rivolgersi direttamente alla Clinica Dermosifilopatica del Policlinico Universitario o alla Clinica delle Malattie Infettive Universitaria dello stesso Policlinico.
Si consulti con il suo curante, sempre.

Saluti Cordiali,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.