Utente 450XXX
Salve, il giorno 21 marzo durante un viaggio ho baciato una ragazza in discoteca che sembrava molto propensa, solo che ad un certo punto mi ha dato un morso sulla lingua, sono andato subito in bagno a controllare e c'era un'escoriazione con un po' di sangue. Preso dal panico ho consultato un mio amico infermiere e mi ha consigliato un test di quarta generazione. Ho effettuato il test 3 volte, a 28 a 36 e a 50 giorni è il risultato è stato sempre negativo. Non riesco però ad essere tranquillo sui risultati perché mi fissò sempre sul periodo di incubazione del virus. Essendo donatore con gli esami che faranno con la donazione c'è qualcosa di più specifico? Vorrei sapere da voi esperti nel settore se devo ripetere ancora l'esame o posso riprendere a vivere con tranquillità. Grazie di cuore

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
avendo fatto il test HIV I-II di IV generarzione a 50 gg deve considerarlo definitivo e chiudere la faccenda.
A donare si va se si è motivati a fare del bene al prossimo non per farsi fare gli esami sulle MST: per quelli ci si reca ai centri per MST.
Inoltre la prossima volta, prima di baciare si assicuri che la partner sia sazia: sembra che gradisse carne, magari una lingua salmistrata..... le è andata bene!
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 450XXX

Salve dottore, scusi se le scrivo un'altra volta, dopo aver fatto i test di quarta generazione ho fatto anche questi a 60 giorni dall'accaduto: NAT-PCR; ANTI- HCV; ANTI-HIV. Sono risultati tutti non reattivi. Leggendo su internet vedo molti pareri discordanti tra loro i quali alcuni dicono che dopo i 40 giorni sono definitivi e altri che dicono di ripeterli a 3 mesi e addirittura a 6 mesi. Ora avendo fatto tutto ciò io in parte sono tranquillo, anche dopo la sua risposta, ma non riesco a riprendere la mia vita serenamente. Può mai accadere che dopo tutti gli esami fatti possa più in là uscire fuori qualcosa? Può anche spiegarmi in parole tecniche la spiegazione alle mie,spero inutili, preoccupazioni?
La ringrazio ancora

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Utente,
se lei non riesce a riprendere la sua vita serenamente è perchè è affetto da un disturbo ossessivo - compulsivo che non le passerebbe nemmeno se io le rispondessi 100.000.000 di volte.
Nel suo caso lo specialista che la può curare adeguatamente è lo psichiatra a cui la invito a rivolgersi.
Questa è la spiegazione in parole tecniche alle sue preoccupazioni.
Per quanto attiene ai test sono negativi e pertanto c'è poco da aggiungere.
Buona giornata,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 450XXX

Salve dottore, sono di nuovo qui a scriverle per avere ulteriori chiarimenti... ho ripetuto ulteriormente il test (ANTI. 1-2 più P 24) a 100 giorni perché ho fastidio alla gola con dolori che vanno e vengono, il mio medico curante associa il tutto al reflusso, ma io non riesco a stare sereno e penso sempre che sia hiv. Su internet leggevo che se le difese immunitarie della persona sono basse può anche risultare negativo il test nonostante ci sia il virus. Metto così in dubbio i test fatti e anche il PCR fatto a 2 mesi dall'accaduto. Ora la mia domanda è: può mai succedere che dopo 3 mesi e mezzo, dopo i test fatti e risultati, che possa positivizzarsi? Inoltre volevo sapere se è possibile avere un contatto per parlare direttamente con lei per ulteriori chiarimenti. La ringrazio e buona giornata.

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Senta le do un consiglio e per cortesia non se la prenda:
vada da un bravo psichiatra perchè lei ha un grave disturbo ossessivo compulsivo e io non sono la persona indicata a curarla.
Riguadagnerà la serenità e una qualità di vita che si addice ai suoi anni.
Buona domenica,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.