Utente cancellato
Buongiorno dottori , vorrei esporvi una problematica che mi perseguita da 8 mesi , a dicembre in seguito a 7 giorni di antibiotico per una faringite e 15 giorni di antibiotico per via orale e cortisone per una broncopolmonite ho iniziato a vedere la mia lingua sempre bianca , ad avere dolori addominali , inappetenza , insonnia , che sono poi sfociati in depressione e disturbo ossessivo compulsivo , che mi ha portato ad avere terrore delle malattie . Mi sono poi gradualmente ripreso grazie ad una cura per disintossicare il fegato e l aiuto di uno psichiatra . Nel mese di marzo per mia volonta ho effettuato continuando a vedere la mia lingua sempre ricoperta da uno strato di "ricotta" bianca un tampone orale ed un esame delle feci per candida albinicas , risultati entrambi positivi, il mio medico di base mi ha prescritto il micostatin , per 20 giorni , ho effettuato poi un altro tampone dopo 15 giorni dalla sospensione del farmaco con esito sempre positivo . Nel mese di giugno poi il mio medico ba deciso di prescrivermi il diflucan 100 mg per tre giorni , ho effettuato nuovamente il tampone e l esame delle feci con esiti entrambi positivi , cosi il mio medico di base ha deciso di prescrivermi diflucan 200 mg per 20 giorni + daktarin gel per 20gg . A breve dovro rieffettuare gli esami per scoprire se la candida è ancora presente . Purtroppo peró la mia lingua è sempre bianca e torna normale per circa 6 ore solo se la pulisco con lo spazzolino e il bicarbonato , ma passate le 6 ore ritorna gradualmente come prima, il dottore ha detto che visto che la lingua bianca ho iniziato ad averla dopo la faringite , la broncopolmonite potrebbe essere stata causata dalla candida , è possibile? Inoltre mi ha anche detto che se con questa chra la candida non passava bisognava indagare sulla causa primaria e sinceramente sono un po preoccupato ... qnvhe perche su internet ho letto che la candida potrebbe anche dipendere da un tumore ... credete sia possibile? Inoltre questo inverno ho effettuato una visita da un infettivologo che mi ha detto che secondo lui i miei dolori dipendevano da una forma virale che mi ha colpito dopo la polmonite e che sarebbero scomparsi da soli , ma non ha dato peso alla lingua . Ora sto abbastanza bene anche se dallo scorso anno ho perso 5 Kg e mi sento spesso stanco e ansioso... la candida potrebbe quindi secondo voi dipendere da qualcosa di grave come un tumore ecc.. questo inverno inoltre ho effettuato emocromo e molte altre analisi infettivologiche (hiv epatite c ,cmv, mononucleosi,helicobacter pylori ...) tutte nella norma anche ves e pcr . Da cosa potrebbe secondo voi dipendere la candida?

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
una polmonite da candida è una bestialità! Si finisce in rianimazione ed è propria di soggetti estremamente immunodepressi.
Dica al suo medico che la finisca di fare pasticci con Mycostatin e Diflucan: la Candida albicans può diventare resistente come tutti gli altri patogeni.
Sempre che la sua patina sia costituita da Candida che è un commensale di tutti i cavi orali.
Le consiglio di fare vedere la lingua a un esperto infettivologo o ad un ORL per una diagnosi definitiva e una terapia approrpiata.
Una candisosi linguale che non risponde a 200mg di Diflucan/20gg+Dactarin topico è probabile che non sia una candidosi.
In quanto al tumore eviti di farsi venire un'altra ossessione.
Faccia sapere se vorrà.
Saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
453754

dal 2018
La ringrazio della risposta , provvederó ad eseguire una visita orl visto anche che soffro di sinusite su base allergica ed avverto spesso muco in gola che scola dal naso , secondo lei quindi il tampone anche se positivo alla candida non indicherebbe necessariamente una candidosi? Lo stesso tampone lo ha effettuato mia madre in quanto anche lei aveva questa patina bianca sulla lingua, ma lei è risultata negativa , volevo chiederle inoltre cosa intendeva per resistente con tutti gli altri patogeni .

Cordiali saluti

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Resistente COME tutti gli altri patogeni vuol dire che anche i Lieviti, a cui la candida appartiene, sono capaci di sviluppare resistenza ai farmaci antimicotici.
E dei Triazolici si fa spesso un uso indiscriminato e inutile.
Saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
453754

dal 2018
Mi scuso per il ritardo e la ringrazio molto della risposta , avevo un ultima domanda da porle , ho effettuato circo 2 mesi dopo l inizio dei sintomi le analisi per hcv e hiv , con esito negativo , visto che la candidosi è una patologia propria di soggetti con basse difese immunitarie secondo lei posso stare tranquillo che non dipenda da hiv o cose simili? Premetto che prima dell esame non avevo mai avuto rapporti di alcun genere .
La ringrazio in anticipo.

Cordiali saluti

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
certo che può stare tranquillo.
Si rilassi.
Buona giornata,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.