Utente 444XXX
Salve
Il mio medico mi ha dato una terapia col Vermox per sospetta Ascaridiasi o Teniasi. Ora avendo paura di una Solium ed avendo avuto episodi di vomito ho paura di una Cisticercosi (ho spesso dolore ai muscoli ed alle articolazioni). Ora se i cisticerchi si fossero localizzati a livello oculare, il principio attivo del Vermox puo rendermi potenzialmente cieco? So che le cisti oculari vanno rimosse chirurgicamente perche una terapia antiparassitaria puo causare un danno retinico irreversibilmente. Detto cio la domanda resta. Grazie mille per la disponibilità. Saluti, Alessandro

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
che lei abbia vomitato non la espone a rischi di cisticercosi.
La terapia con il Vermox deve essere fatta in modo corretto.
Non ho motivo di dubitare che sia stata impostata correttamente.
Ora, al di là dei suoi dolori muscolari, lei ha una cisticercosi oculare accertata?
Ne parla come se l'avesse!
Poichè non può diagnosticarlsela lei vada da un oculista e si faccia fare la diagnosi.
Solo se la cisticercosi venisse accertata si procederà secondo i protocolli guida internazionali.
Finchè non c'è diagnosi parliamo del sesso degli angeli.
Tra l'altro dalla sua storia clinica vedo che lei non è nuovo a questi dubbi: financo a quello della peristalsi inversa .
Carissimi saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 444XXX

Si lo so dottore ma leggendo i libri di medicina che ho a casa presento svariati sintomi di una parassitosi. Ora pero ho ancora il seguente dubbio, il mebendazolo puo rendermi potenzialmente cieco se avessi cisticerchi calcificati e/o vitali a livello oculare? Vorrei sapere solo questo per cortesia. Grazie ancora

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
stia tranquillo non la renderà cieco.
Buona serata,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 444XXX

Un ultima domanda per cortesia. Devo fare la terapia col Vermox per sospetta Ascaridiasi/Teniasi, 1 compressa al dì x3 giorni e il tutto x2 settimane (data dal medico). Leggo sul bugiardino che per suddette parassitosi la terapia è 2 compresse al dì x3 giorni consecutivi. Che faccio??
Grazie mille per la disponibilità, saluti.

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signore,
io non capisco chi e perchè le consigli di curare una PROBABILE parassitosi mista.
Lei al momento non deve assumere assolutamente nulla: i farmaci non sono caramelline.
Proceda a fare un ottimo esame parassitologico delle feci, presso una struttura qualificata ( si può rivolgere alla Parassitologia dell'Ospedale Spallanzani di Roma).
Se l'esame sarà positivo lei curerà la sua parassitosi singola o combinata con adeguate dosi di Vermox.
Se lei non avesse nessun parassita non sarà assolutamente necessario che assuma alcunchè
La medicina di oggi è basata sull'evidenza: non si può prescrivere un farmaco, sottodosandolo per giunta, per mettersi la coscienza a posto.
Lo dica pure al suo Medico.
Saluti cari,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#6] dopo  
Utente 444XXX

Ho fatto 2 esami parassitologici delle feci ed entrambi sono risultati negativi ( c'è da dire che nessun campione era fresco ma sempre tenuto in frigo per 16-18ore e consegnato la mattina successiva). Detto cio io ho inequivocabilmente visto e preso in mano un segmento da me defecato lungo tra i 20-25cm di colore bianco ( non lucido ma un pò ingrigito), elastico se tirato ma non ho fatto caso se fosse tondo, piatto o se avesse delle liniette.
Dottore, a Roma si dice "nel dubbio mena" :)

[#7] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
In latino si dice : In dubio pro reo!
Avrebbe fatto cosa molto saggia a portare quel verme in laboratorio per farlo esaminare.
La diagnosi sarebbe stata di certezza e non avrebbe avuto necessità di ricorrere al detto "nel dubbio mena".
Comunque segua chi la cura: voleva un parere e io gliel'ho fornito.
Buonasera,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.