Utente 372XXX
Salve, ho 34 anni e dieci giorni fa al lavoro mi sono tagliata con una sporgenza appuntita di una gruccia di plastica al negozio. Il taglio non ha sanguinato subito, ma io temendo il tetano perché le grucce non sono tenute in ambienti puliti ma dove c'è polvere ho un po' spremuto e ho tolto la pellicina superficiale, dopodiché sono andata a lavare il dito. Al momento il taglio, che non so se sia avvenuto di punta o di striscio, molto piccolo, è totalmente rimarginato, però avverto da stamani una strana pressione alla mandibola che va e viene e corrisponde alle orecchie. Volevo sapere se devo recarmi dal medico o se questa specie di rigidità può essere ricondotta ad una mia suggestione. Non ho idea della mia situazione vaccinale, non ho fatto richiami decennali però. Secondo voi dottori c'è possibilità che stia avendo dei primi sintomi? Grazie!

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
mi pare che lei NON stia descrivendo un "trisma" di cui avrà letto sulla rete.
Mi pare anche di capire che la ferita sia stata molto superficiale e che in dieci giorni dovrebbe essersi rimarginata.
Ovviamente se la sintomatologia dovesse aggravarsi e comparisse anche il "sorriso sardonico" non esiti ad andare in PS.
Buona domenica,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 372XXX

Salve dottore, grazie della risposta. Sì, il taglietto era molto piccolo, e adesso è completamente scomparso, posso dedurre da questo che comunque non era sufficientemente profondo per aver contratto l'infezione? Sono molto preoccupata, il dolore al viso persiste, a intervalli, sotto le orecchie. Non capisco, sembra una sorta di nevralgia, ieri notte ad un certo punto si è irradiato allo zigomo da un lato, ma applicando una pomata è migliorato. La mandibola è mobile e non mi dà dolore nel muoverla. Ieri notte ho anche avuto molto freddo e sudori bollenti, che però potrebbero essere ricondotti ad uno stato ansioso? Se mi consiglia di vedere un medico vado oggi all'ospedale. Grazie ancora.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
guardi per me lei non ha nessun tetano.
Se tuttavia le è venuta questa fissazione che vuole che le dica: vada pure all'ospedale.
Cordiali saluti,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 372XXX

Salve dottore, chiedo scusa se torno sul caso, ma sono stata stasera da un medico per verificare l'origine di questi dolori e formicolii e senso di bruciore che sento agli zigomi, e all'arcata della mandibola. Vivendo io all'estero purtroppo mi so spiegare male soprattutto coi termini medici, e ho spiegato che temevo una infezione. La dottoressa mi ha detto che se fosse così vedrebbe segno sulla ferita, anche se io ho letto in rete che per il tetano non è così e che i primi segni possono essere appunto formicolii ecc già nel periodo di incubazione. Quello che chiedo a voi è se è possibile che questi sintomi perdurino così a lungo (3 giorni) senza ancora essere sfociati nella malattia, ossia che ci sia ancora l'incubazione? Oppure che siano dati dall'ansia? La dottoressa ha detto che si tratta di sinusite, anche se io ho già sofferto di sinusite ed il fastidio e il dolore mi sembrano diversi, oltre che la locazione. Per favore, aiutatemi a capire e magari spero a tranquillizzarmi. Cordialmente.