Utente 443XXX
Salve, vorrei chiedere un consulto sugli esami da fare in seguito a un rapporto a rischio avvenuto pochi giorni fa e tra quanto farli, perchè il mio medico curante mi ha detto di aspettare 3 mesi e poi fare test HIV e epatite C (in quanto sono vaccinata contro la B) ma mi sembra un po' poco fare solo questi...
Vorrei anche chiedervi se c'è la possibilità che io possa aver infettato un altro partner con cui ho avuto un rapporto non protetto qualche ora dopo il primo rapporto a rischio.

Vi prego di non giudicarmi per quest'ultima domanda, quello che mi è successo è del tutto fuori dalla normalità per me...
Sono stata ad una festa di Halloween con dei colleghi universitari, della quale però non ho quasi completamente nessun ricordo. La mia memoria si interrompe circa una mezz'oretta dopo essere entrata al locale, quindi intorno a mezzanotte, e riprende solo al mio arrivo a casa la mattina successiva intorno alle 5.
Non ricordo assolutamente NULLA: le persone che ho incontrato e con le quali ho parlato, non so se ho bevuto al tavolo con i miei amici nè se ho ballato, addirittura avrei truccato uno di loro ma non me lo ricordo assolutamente.
A fine serata avevo perso la borsetta; è stata ritrovata la mattina successiva dal guardiano del locale in un piazzale isolato, dove parcheggiavano le macchine, in un angolo disseminato di fazzoletti, preservativi e altre schifezze del genere. Dentro c'erano ancora sia i documenti, sia i soldi, sia il cellulare... quindi mi viene da pensare di esserci andata io in quel piazzale, non che mi abbiano rubato la borsa.
Ho cercato di ricostruire la serata dai racconti dei miei colleghi ma tutti dicono di non avermi vista più non molto dopo l'inizio della festa; solo una ragazza ricorda vagamente di avermi vista FORSE baciarmi con qualcuno che comunque non conosceva.
In ogni caso, dopo la serata sono tornata a casa e ho avuto un rapporto non protetto con un mio partner fisso e sicuro (entrambi siamo monogami pur non stando insieme e doniamo all'Avis per cui sappiamo di avere sempre il sangue controllato) purtroppo non ricordando assolutamente nulla di quanto successo prima e quindi non immaginando la possibilità di aver avuto un altro rapporto.

Inutile dire che sono sconvolta dall'accaduto perchè MAI in 23 anni mi è successo di ubriacarmi oltre il limite (peraltro non ho nemmeno vomitato) e in ogni caso non so cosa avrei potuto bere visto che non ero al tavolo con i miei colleghi. Ho persino avuto il dubbio di esser stata drogata, perchè non mi spiego altrimetni un blackout del genere...

In ogni caso, non ho la certezza di aver avuto un rapporto non protetto ma non posso nemmeno escluderlo. E' terribile non ricordare completamente nulla ed è ancora più terribile la consapevolezza di aver messo a rischio il mio partner abituale.

Perciò vi chiedo se c'è materialmente la possibilità che io abbia contratto qualche infezione e dopo qualche ora l'abbia trasmessa a lui, così da tranquillizzarlo eventualmente...
Grazie

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
lei porta alla nostra attenzione una situazione davvero difficile da inquadrare, che potrebbe avere risvolti anche penali.
Se lei come dice ha trovato la borsa in un piazzale dove normalmente si va per fare sesso, è evidente che vi è stata portata, con o senza il suo consenso.
Il fatto che lei manifesti amnesia anterograda dopo l'ingresso in discoteca fa supporre che qualcuno le abbia somministrato un farmaco psicotropo, probabilmente una dose elevata di una BDZ e poi se la sia caricata in macchina. Ciò che è successo non posso saperlo dal momento che non lo ricorda nemmeno lei.
E' ovvio che nel dubbio lei deve sottoporsi a screening per tutte le MST, HIV compreso.
Le consiglio pertanto di prendere appuntamento con un centro per MST della sua città, dove potrà raccontare l'accaduto ed essere sottoposta ai test necessari ai tempi giusti.
Oppure di affidarsi ad un infettivologo di sua fiducia che la segua nel percorso di screening.
La possibilità che lei abbia trasmesso con un rapporto non protetto una MST al suo partner abituale, sempre che sia stato oggettodi abuso sessuale o abbia fatto sesso in modo consenziente e non protetto, esiste.
Perciò la invito a accertare il suo status: se sarà positivo per qualche MST anche il suo parner dovrà poi testarsi.
Mi faccia sapere se vorrà.
Cordialità.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.