Utente 475XXX
Salve scrivi perche nel 2013 ho avuto una tbc nodulare polmonare destra abbastanza seria,ho fatto tutta la cura
Ora da settembre ho una tosse persistente e dopo aver fatto timecef e cortisone non è passata,e quindi ki hanno prescritto una tac,dalla tac si è evidenziato un addensamento parenchimale a sx e da eseguire una broncoscopia
Da premettere che prima della broncoscopia mi hanno prescritto giasion ,drltacorten e aereosol
Poi ciproxin e deltacortene e fluifort
Da premettere che nn ho voce da un mese e ho avuto febbricola dai 37 ,37,5 per tt il mese
Ora la diagnosi della broncoscopia è:
Ipomobilita della corda vocale sx
Trachea in asse ricoperta da mucosa iperemica e congesta
Emisistema bronchiale ri destra e sinistra;si segnala mucosa diffusamente iperemica r congesta con superficilizzazione dei vasi della spttomucosa a tratti teleangectasici.
Presenza di scarse secrezioni schiumose a carattere siero mucoso.
Si effettua bk e broncoaspirato per esame citologico ,istologico e batteriologici.
E bal dalla lingula per studio immunologico del polmone profondo

Qualcuno puo spiegarmi cosa significa ?in tt cio ho ancora tosse e sono senza voce

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
la ipomobilità del labbro vocale di sn è sicuramente riconducibile ad una infiammazione del nervo laringeo ricorrente contestuale al quadro infiammatorio che si evince dalla broncoscopia.
Il quadro broncoscopico depone per una flogosi, una infiammazione in termini spiccioli, di tutto l'apparato respiratorio probabilmente favorita dalla selezione di germi resistenti in seguito all'uso irrazionale di antibiotici e cortisonici.
Concordo sull'approccio pianificato, che dimostrerà se vi sia una riaccensione della TBC o se si tratti di una banale infezione batterica da curare sulla scorta dell'ABG.
Lo studio immunologico del polmone è inteso a verificare l'interstizio e sarà utile per escludere altre situazioni.
Non mi pare che lei debba preoccuparsi oltre misura: la situazione è risolvibile e la voce verrà sicuramente recuperata: deve solo avere pazienza e aspettare i risultati dei prelievi fatti.
Se vorrà ci faccia sapere.
Cordiali saluti.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.