Utente 443XXX
Salve, vorrei avere un chiarimento su una situazione. Circa il 26 gennaio è stata ricoverata una persona per meningite batterica. Sul giornale ho letto che il personale del 118 e del pronto soccorso è stato sottoposto a profilassi. La mia domanda è questa: questo personale continuando a lavorare in ps ( o c'è una prassi che impone di non lavorare durante la cura?) non può contagiare nessuno? Circa una settimana dopo sono stata in quel ps per due giorni, non c'è alcun rischio?? Vi ringrazio ps vista la mia paura mi consigliereste di fare il vaccino? Ci sono rischi? Grazie ancora

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
il Personale sicuramente è stato sottoposto alla chemioprofilassi perchè se di meningite meningococcica si trattava i protocolli ufficiali prevedono questa pratica. Anche se si è vaccinati.
Quindi non hanno infettato il P.S. e lei non si è infettata andando in quel P.S.
Le ricordo che il contagio del Meningococco è diretto e avviene per via aerea.
Se ha la fobia della Meningite può tranquillamente praticare il vaccino o meglio i vaccini: il tetravalente (ceppi A-C-W135-Y) e quello contro il MenB, che sono privi di rischi e forniscono una protezione ottimale.
Ma sono costosi se li deve acquistare: per cui si informi presso l'ufficio di Igiene e Prevenzione del suo distretto se è possibile che le vengano dispensati a carico del SSN.
Saluti cordiali.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.