Utente 163XXX
Buonasera sono un medico di base di ua piccola cittadina di provincia.Per la prima volta mi è capitato un caso di un paziente che ha subito del mobbing sul lavoro e danni psicologici importanti;è infatti in cura da 2 psichiatri ed è proprio in base ai loro certificati che dichiarano lo stato della mia assistita che formulo il certificato di malattia per la sua azienda.Questa situazione si protrae da circa 10 mesi,vorrei sapere se c'è un limite massimo per fare certificati di malattia o posso stare tranquillo visto che comunque siamo ben 3 medici che certifichiamo la patologia.La paziente comunque lavora nel privato e la malattia viene retribuita solo dal datore di lavoro e non dall inps.
grazie per l attenzione,spero in un sollecito riscontro
Dott.ssa XXXX

[#1] dopo  
Dr. Francesco Genna

20% attività
0% attualità
0% socialità
MONZA (MB)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
Gentile collega,
La malattia puo' avere una durata illimitata, nel rispetto ovviamente dei criteri medico legali che integrano la concessione dell'innedennita' di malattia. Cio' che invece non e' illimitato e' il periodo di comporto, superato il quale il dipendende viene licenziato. Perche' il periodo di comporto non venga considerato valido e' necessaria una sentenza civile che attribuisca la responsabilita' causale della malattia al datore di lavoro o in generale all'azienda.
Cordiali saluti
Francesco Genna

[#2] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Egregio collega,
in casi di gravi patologie psichiatriche che necessitano di terapie prolungate con scarso beneficio, non si può continuare a certificare la malattia in eterno, il dipendente può inoltrare all'INPS domanda di invalidità /inabilità, inoltre può presentare anche la domanda d'invalidità civile + Legge 68 (per il collocamento mirato al lavoro degli invalidi), da tenere presente che la Ditta potrebbe richiedere ad un Servizio di Medicina del Lavoro di un'azienda pubblica una valutazione ai sensi della L. 300 dell'art. 5 per verificare l'idoneità al lavoro con la possibilità (in caso di giudizio di non idoneità) di licenziamento.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#3] dopo  
Dr. Francesco Genna

20% attività
0% attualità
0% socialità
MONZA (MB)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
Premettendo che condivido l'uso degli strumenti previdenziali e assistenziali qualora ne ricorrano i requisiti medico legali, chiedo al dott.Golia quale norma vieta il certificato di malattia dopo un lungo periodo in presenza dei requisiti medico legali per la concessione dell'indennita' di malattia, visto che il sistema si autoregola nel limite del periodo di comporto. Io non conosco alcuna norma al rigurdo.
Dott. Francesco Genna
Francesco Genna

[#4] dopo  
Dr. Francesco Genna

20% attività
0% attualità
0% socialità
MONZA (MB)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
Premettendo che condivido l'uso degli strumenti previdenziali e assistenziali qualora ne ricorrano i requisiti medico legali, chiedo al dott.Golia quale norma vieta il certificato di malattia dopo un lungo periodo in presenza dei requisiti medico legali per la concessione dell'indennita' di malattia, visto che il sistema si autoregola nel limite del periodo di comporto. Io non conosco alcuna norma al rigurdo.
Dott. Francesco Genna
Francesco Genna

[#5] dopo  
Dr. Francesco Genna

20% attività
0% attualità
0% socialità
MONZA (MB)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
Premettendo che condivido l'uso degli strumenti previdenziali e assistenziali qualora ne ricorrano i requisiti medico legali, chiedo al dott.Golia quale norma vieta il certificato di malattia dopo un lungo periodo in presenza dei requisiti medico legali per la concessione dell'indennita' di malattia, visto che il sistema si autoregola nel limite del periodo di comporto. Io non conosco alcuna norma al rigurdo.
Dott. Francesco Genna
Francesco Genna