Utente 154XXX
Da tre anni lavoro come magazziniere mulettista, da un anno ho siluppato una cervicalgia costante e vertigini.
Ho effettuato varie terapie fra cui kiropratica,agopuntura, fisioterapia, medicine come FANS , Lyrica.
Io credo che tale problematica sia dovuta al mio lavoro, in quanto usando un muletto la terale io devo tenere sempre il collo piegato.
In oltre un altro mio collega ha la stessa patologia e ho notato che la patologia migliora solo nel fine settimana quando non lavoro e quasi scompare nei periodi di ferie.
Mi chiedo quindi se mi può venire riconosciuta la malattia professionale , cosa devo fare per ottenerla , che vantaggi avrei da tale riconoscimento ed eventualmente se può suggerirmi qualche terapia .

[#1] dopo  
Dr. Stefano Bonomo

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
FROSINONE (FR)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
buongiorno
le consiglio di parlarne con il medico competente dell'azienda è infatti necessaria una visita diretta e documentazione e la necessaria prevenzione ,in generale riconoscimenti di patologie del rachide cervicale tra l'altro transitorie quindi senza danno permanente non portano a riconoscimenti medico legali .
saluti
DOTT. STEFANO BONOMO MEDICO COMPETENTE AZIENDALE-Specialista in Medicina del Lavoro-

[#2] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
A mio parere l'INAIL non riconoscerà mai una patologia professionale di questo tipo. Piuttosto il medico competente potrebbe adibirla anche ad altre mansioni.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona