Utente 267XXX
salve, ho 45 anni e svolgo attività di magazziniere . volevo chiedere se ci sono gli estremi per una richiesta di malattia professionale avendo fatto risonanza ad entrambe le spalle con esito che di seguito allego : Rm spalla dx: non alterazioni dei capi ossei articolari in esame, in particolare di intensità di segnale della spongiosa ossea. Ridotta la normale rappresentazione del tessuto adiposo di scorrimento sub-acromiale , con basso profile acromiale determinante modesto impigement a livello della giunzione miotendinea del sovra spiniso e conseguente alterate intensità di segnale a carattere flogistico-degenerativo del tendine medesimo in sede preinserzionale. Si associa presenza di modesto versamento nella borsa sottocaromiale. Normale spessore ed intensità di segnale dei tendini dei m. sottospinoso e sottoscapolare.Minima falda fluida tenosinovitica delimita il tendine C.L.B. Normali rapporti articolari gleno-omerali con cercini glenoidei integri.Normale trofismo dei muscoli del cingolo scapolo-omerale. Rm spalla sx: Cisti subcondrali di discreta entità si apprezzano in corrispondenza dell' estremo claveare e a livello della regione laterale della testa omerale.Disretamente conservato lo spazio sottoacromiale .Sono apprezzabili segni di tendinopatia inserzionale di grado elevato sul sovraspinato,lievemente ridotto di spessore a sede distale,in assenza di discontinuità delle fibre a carattere recente. Tendinosi del sottoscapolare ed in minor misura del sottospinato. Presente il piccolo rotondo. Non segni di versamento articolare né di distensioni bursali. Normale il capolungo del bicipite omerale. I rapporti gleno-omerali sono conservati. Il trofismo muscolare è regolare.

[#1] dopo  
Dr.ssa Susanna Borriero

24% attività
4% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
per definire una patologia di origine professionale è indispensabile un nesso causale con il lavoro svolto. La mansione di magazziniere non è sufficiente per darle una risposta adeguata. E' infatti indispensabile sapere se lei è esposto a rischio movimentazione manuale dei carichi e/o movimenti ripetitivi dell'arto superiore. Tali informazioni sono riportate nel documento di valutazione dei rischi della sua azienda che è certamente in possesso del medico competente. Le suggerisco caldamente di richiedere una visita straordinaria al Medico Competente portando con se anche i risultati della RM. Il collega saprà certamente fornirle tutte le spiegazioni e se del caso aprire la procedura inail per sospetta malattia professionale.
Cordiali saluti
Susanna Borriero

[#2] dopo  
Utente 267XXX

il lavoro consiste nel movimentare carichi e movimenti ripetitivi continui tutto il giorno. grazie per la risposta. saluti