Utente 298XXX
Salve
Il 09/09/2010 mi è stata riconosciuta dall'Inail la seguente malattia professionale : " S. canalicolare bilaterale da CTD, più spiccata a dx (tunnel carpale) con prevalente e distrettuale sintomatologia soggettiva in soggetto con probabile trait artritico/connettivitico da meglio inquadrare. Grado accertato : 003% grado complessivo.
Il mio quesito è questo: Nel caso avessi problemi o disturbi legati alla seguente malattia, il mio medico di famiglia può compilarmi il certificato di malattia professionale? Se si, questo certificato in che modo differisce dal classico certificato di malattia? Sono soggetto ad eventuali visite fiscali? Questi periodi di malattia non concorrono al calcolo del periodo di comporto? Qualsiasi medico di famiglia può compilare il certificato di malattia professionale?
Ringrazio in anticipo chiunque mi fornisca informazioni precise al riguardo.
Distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Gilberto Marcello Boschiroli

24% attività
4% attualità
8% socialità
CINISELLO BALSAMO (MI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2012
Il certificato di malattia professionale puà essere rilasciato da qualsiasi medico abilitato e quindi anche dal suo medico di famiglia SS N.
Il certificato, tuttavia, serve a aprire la pratica presso l'INAIL. L'eventuale prognosi con assenza dal lavoro dovrò essere confermata da un medico dell'INAIL.
Tenga conto che se l'INAIL le avesse liquidato in conto capitale una cifra per l'invalidità, Lei non avrebbe più diretto a assenze retribuite per quella malattia professionale.
Gli eventuali controlli sono disposti dall'INAIL e non possono essere richiesti dal Datore di Lavoro.
Tenga conto che se ilSuo medico non è convenzionato con INAIL ha i diritto di farsi pagare il certificato nell'ambito della libera professione, non essendo questa una prestazione coperta dal SSN.

Cordialmente,
Dr. Gilberto Marcello Boschiroli